15 dicembre 2019
Aggiornato 07:00

Congresso Fdi, la denuncia di Fidanza al DiariodelWeb.it: «La patria è in pericolo»

L'eurodeputato di Fdi a margine del congresso di Fratelli d'Italia in svolgimento a Trieste ha commentato il ritorno di Crosetto e Santanchè fra le fila del suo partito

TRIESTE - «La Patria è in pericolo. Giorgia Meloni con questo congresso ha lanciato un appello a tutti i patrioti», ha spiegato l'eurodeputato di Fratelli d'Italia, Carlo Fidanza a margine del congresso nazionale di Fdi in svolgimento a Trieste. Per Fdanza il nostro Paese è «aggredito dalle ingerenze della burocrazia europea, dalla delocalizzazione senza regole, dai nemici interni, ossia una classe dirigente che fa riferimento al Partito democratico che ha svenduto l'Italia in tutti questi anni». Il congresso quindi, ha sottolineato Fidanza è un punto di ripartenza, dove Fdi ha voluto aprire le sue porte a tutti coloro che vogliono costruire un'alternativa seria e di governo al «malgoverno del Pd e all'inconsistenza dei grillini».

Il ritorno di Crosetto e Santanché
L'eurodeputato ha poi commentato il ritorno di Guido Crosetto e Daniela Santanchè fra le fila di Fratelli d'Italia: «Per noi è molto importante avere nuovamente a nostro fianco Crosetto, che dopo aver fondato il partito si è dedicato alla sua professione, anche perché grazie a lui potremo tornare a parlare con maggior forza al ceto produttivo, come le partite iva, le piccole e medie imprese e al Nord Italia, che non va sottovalutato. Per tutti loro Guidi sarà sicuramente un valore aggiunto». Per il resto, ha proseguito Fidanza, «stiamo ricomponendo la diaspora della destra, tutte le energie sono positive», anche se «daremo la priorità alla classe dirigente che ha costruito Fdi sul territorio in questi anni, ai suoi dirigenti, anche a scapito di nomi altisonanti».