31 maggio 2020
Aggiornato 09:00
Emergenza coronavirus

«Il 19 Maggio nessuna vittima in Italia»

La previsione, rilasciata dall'Istituto per le Misurazioni e la Valutazione della Salute nella Facoltà di Medicina dell’Università di Washington: «Salvo un allentamento delle misure di distanziamento sociale»

«Il 19 Maggio nessuna vittima in Italia»
«Il 19 Maggio nessuna vittima in Italia» ANSA

ROMA - L'Institute for Health Metrics and Evaluation (IHME), organizzazione indipendente della School of Medicine dell'Università di Washington, che fornisce i dati alla Casa Bianca, ha pubblicato oggi le proprie previsioni sull'evoluzione del COVID-19 in Europa. In sintesi, in Europa, secondo le previsioni dello studio, si conteranno oltre 150mila decessi alla fine della prima ondata della pandemia.

Per quanto riguarda l'Italia, al netto di possibili ricadute dovute al rilassamento delle misure di distanziamento sociale, lo studio stima che il nostro Paese «ha superato la propria fase di picco, eccezion fatta per Calabria (picco previsto per oggi, 7 aprile) e Puglia (16 aprile)"; inoltre «la fine della pandemia (zero decessi) è il 19 maggio, salvo un allentamento delle misure di distanziamento sociale o un rimbalzo dei contagiati; - Il totale dei decessi registrati in Italia sarà di 20.300 al 4 agosto 2020». Sul sito dell'Istituto l'aggiornamento completo, con i grafici relativi alle diverse Regioni italiane.

Sotto +1% nuovi positivi: +604 morti, -106 intensive

E' di 94.067 attualmente positivi, 24.392 guariti, 17.127 deceduti, 135.586 casi totali il bilancio della situazione coronavirus in Italia, secondo i dati del bollettino di oggi della Protezione civile. In particolare i nuovi positivi sono 880, con una crescita giornaliera rispetto al giorno precedente che fa un balzo in negativo e per la prima volta si attesta sotto l'1%: +0,94% su ieri, rispetto al +2,13% (+1941 casi) tra lunedì e domenica. «L'aumento di soli 880 è l'incremento più basso registrato dal 10 marzo scorso», ha commentato il capo della Protezione civile Angelo Borrelli.

I numeri di guariti e decessi sono in linea con il trend degli ultimi giorni: i guariti sono 1555 più di ieri (+6,81%: «Il secondo valore in assoluto dall'inizio dell'epidemia», ha commentato Borrelli), i deceduti sono 604 in più (+3,66%), i casi totali 3039 in più (+2,29%). Ancora in calo i ricoverati in terapia intensiva: oggi sono 3792, -106 su ieri (-2,72%). Anche i ricoverati con sintomi vanno in negativo: sono 28.718, -258 da ieri (-0,89%). Sono 61.557 (il 65%) le persone in isolamento domiciliare. I tamponi effettuati sono 755.445, +33.713 su ieri (+4,67%).

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal