18 febbraio 2019
Aggiornato 22:00
Infrastrutture | TAV

Tav, entra in campo Salvini: «Sarò a Chiomonte, l’opera va completata»

Il ministro dell’Interno contro Di Maio: «I numeri in mio possesso dicono che l’opera serve all’Italia». Alleanza Salvini-Sì Tav?

Tav, entra in campo Salvini: «Sarò a Chiomonte, l’opera va completata»
Tav, entra in campo Salvini: «Sarò a Chiomonte, l’opera va completata» ANSA

CHIOMONTE - «I numeri in mio possesso dicono che l'opera va completata, che serve all'Italia, che sono maggiori i costi per sospenderla rispetto ad ultimarla». Parola di Matteo Salvini. L’eterna diatriba tra No Tav e Si Tav vede come ultimo attore protagonista il ministro dell’Interno, che nella giornata di ieri si è inserito sul tema con una posizione nettamente a favore dell’Alta Velocità.

Di Maio-Salvini, posizioni in antitesi

«La prossima settimana sarò a Chiomonte al fianco delle forze dell'ordine» ha affermato Salvini, che poi ha precisato: «Ci confronteremo serenamente all'interno del governo. Ho dei numeri forniti da alcuni tecnici ma aspetto di leggere i numeri della commissione». Quel che è certo è che la posizione di Salvini è in antitesi con quella di Luigi Di Maio: si prospetta quindi una frattura all’interno del governo gialloverde, a meno di mediazioni dell’ultima ora.

Toninelli a Pioltello

A Pioltello, per la commemorazione delle vittime della tragedia ferroviaria di un anno fa, il ministro Toninelli ha affermato che «la più grande opera in questo Paese è evitare che ci siano altri morti di Stato per incidenti conseguenti alla cattiva manutenzione». «Mi avrebbe fatto molto piacere vedere Matteo Salvini qui con me», ha aggiunto. Diverso il commento del presidente del parlamento europeo, Antonio Tajani: «La Lega prenda il coraggio di far cadere il governo se il Movimento 5 Stelle non vuole realizzare la Tav».