23 gennaio 2019
Aggiornato 11:00
Manovra finanziaria

Crosetto: «Manovra avrà effetti recessivi micidiali»

Il parlamentare di Fratelli d'Italia: «Iva al 26% dal 2020-2021». Rampelli: «Audizione Tria alla Camera è atto dovuto». Lollobrigida: «Su volontariato e e-fattura errori grossolani»

Guido Crosetto
Guido Crosetto ANSA

ROMA - «L'ufficio di Bilancio parlamentare boccia di nuovo la manovra dell'esecutivo Conte. La previsione dell'Upb è non lascia dubbi: la pressione fiscale sale al 42,4% e cioè oltre 7 miliardi di aumento di tasse, gli investimenti diminuiscono di oltre un miliardo ma soprattutto si confermano tutte le paure su impatto negativo per il prossimo anno. È una manovra che contiene anche interventi positivi ma così contraddittoria da risultare dannosa sul breve periodo e micidiale nel 2020/21 con previsioni di IVA oltre il 26%. Mi auguro che se ne accorga anche la maggioranza». Lo ha dichiarato il parlamentare Guido Crosetto, coordinatore nazionale di Fratelli d'Italia.

Rampelli: Audizione Tria alla Camera è atto dovuto

«Ci troviamo a quattro giorni dall'esercizio provvisorio con una manovra sovietica priva di trasparenza. L'audizione del ministro Tria è un atto dovuto in quanto rappresenta la prosecuzione di quella kafkiana di due settimane fa, nella quale pur presentandosi fu costretto alla scena muta a causa delle 'delicatissime' trattative in corso con l'Ue. O il governo tramite la sua maggioranza chiama l'opposizione a un atto di responsabilità, considerato il rischio dell'esercizio provvisorio, o si armi di tutto punto e fa venire il ministro a porre parziale rimedio a questo pasticcio. Qui non è in gioco la faccia di un presidente di commissione o di un partito, ma quella del Parlamento italiano». È quanto ha dichiarato il vicepresidente della Camera dei Deputati Fabio Rampelli di Fratelli d'Italia intervenendo in commissione Bilancio.

Lollobrigida: Su volontariato e e-fattura errori grossolani

«La furia del M5s non fa che produrre grossolani errori da veri e propri cialtroni. Vorrebbero punire gli evasori ma con la fattura elettronica colpiscono i produttori. Annunciano che colpiranno le finte associazioni ma si accorgono di aver messo in ginocchio il mondo del volontariato, compresi i Frati Francescani. Sono costretti a decreti urgenti per correggere grossolani errori in una manovra sempre più ridicola e dannosa. Le continue clamorose piroette dimostrano quanto pressapochismo caratterizzi questo governo e annunciano il suo prossimo fallimento. Purtroppo con danni enormi per l'Italia tutta». Lo dichiara il capogruppo di Fratelli d'Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida.