18 agosto 2019
Aggiornato 09:30

Gasparri: «Sovranismo è ormai sudditanza»

Il Senatore di Forza Italia: «Con una mozione di maggioranza che non dice sostanzialmente nulla, si mette a rischio il futuro del nostro Paese»

Il Senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri
Il Senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri ANSA

ROMA - «Ancora una volta il governo, dopo aver detto tutto e il contrario di tutto, si inchina ad altri organismi e subisce la decisione sul Global Compact. Con una mozione di maggioranza che non dice sostanzialmente nulla, si mette a rischio il futuro del nostro Paese esponendolo, per decisione altrui, all'invasione di nuovi flussi migratori provenienti dall'Africa». Lo dichiara il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri«In ballo c'è la sicurezza dell'Italia. Quindi si porti la discussione su questo delicato argomento in Parlamento e siano i veri rappresentanti del popolo a decidere sulla eventuale adesione. Per quanto ci riguarda - aggiunge Gasparri - sosteniamo che sia una follia sottoscrivere questo documento dell'Onu che penalizza, come sempre, chi, come noi, è geograficamente più esposto ai flussi di immigrati. Ancora una volta questo governo, sulle decisioni importanti, più che il sovranismo dimostra la sua sudditanza e subisce le imposizioni che gli arrivano dall'alto».

Fontana: Governo spaccato usa tatticismi - «Come volevasi dimostrare: il voto di oggi sulla questione del Global Compact for Migration conferma che anche in politica estera il Governo continua ad essere spaccato ed esce da quest'impasse solo con sotterfugi o con un tatticismo tartufesco e dilatorio». Lo afferma Gregorio Fontana, deputato di Forza Italia e Questore della Camera dei Deputati. «La maggiore preoccupazione del Governo - prosegue - consiste nel tentativo di mascherare le sue contraddizioni dovute al fatto che è sostenuto da una maggioranza innaturale, che vive di continue tensioni interne. Questo esecutivo è incapace di dare risposte certe e coerenti ai più importanti problemi della vita italiana e rischia di lasciare allo sbando il Paese. E' quello che sta accadendo con la manovra di bilancio e in politica internazionale. Un Governo che non sa dare risposte su queste materie fondamentali è pericoloso per il futuro degli italiani e deve saltare il più presto possibile».