23 gennaio 2019
Aggiornato 09:30
Gilet gialli

Salvini: «Macron doveva pensare più ai francesi no a me»

Il Ministro dell'Interno: «ha aumentato le tasse, noi vogliamo fare il contrario»

Matteo Salvini, Ministro dell'Interno
Matteo Salvini, Ministro dell'Interno ANSA

ROMA - «Io dico no a qualsiasi violenza, quando scagli una bottiglia incendiaria contro un poliziotto non sei un rivoluzionario, sei un cretino» così il ministro dell'Interno Matteo Salvini a Mezzora in più su Raitre ha commentato il movimento dei Gilet gialli in Francia, ma ha anche ricordato che «Renzi batteva le mani a Macron, il campione dell'europeismo, che ha passato l'estate a rompere le scatole a Salvini, sui migranti e altro. Se avesse pensato di più ai francesi e non all'Italia avrebbe meno problemi».

VOGLIO PREVENIRE - Inoltre «Macron ha aumentato le tasse, noi vogliamo fare il contrario», secondo Salvini «in Italia non c'è lo stesso rischio dei disordini» e «io non voglio che accada quello che è successo a Parigi, io voglio prevenire».