Italia | Emergenza clandestini

Migranti, la versione del Pd: «Salvini delirante, dalla Spagna lezione di civiltà»

Per Maurizio Martina la decisione di accogliere la nave Aquarius è la vittoria del governo socialista spagnolo. «L'Italia ha dato una cattiva idea di sè»

Il segretario reggente del Pd, Maurizio Martina con i colleghi di partito
Il segretario reggente del Pd, Maurizio Martina con i colleghi di partito (ANSA/ETTORE FERRARI)

ROMA -  La decisione della Spagna di accogliere la nave Aquarius non è «una vittoria» ed è «delirante» la linea di Matteo Salvini. Lo ha detto il segretario reggente del Pd Maurzio Martina in conferenza stampa. «Nessuno canti vittoria, l'Italia in queste ore ha purtroppo dato una cattiva idea di sè. Voglio dire una cosa molto chiaria. L'intervento della Spagna non è una vittoria, è un sospiro di sollievo». L'aiuto, sottolinea, arriva da «un governo socialista», non certo dagli «amici di Salvini come Orban. State facendo propaganda sulla vita delle persone, non ve lo consentiremo. Non è tollerabile». Martina critica Salvini anche per la scelta di fare una conferenza stampa dalla sede della Lega: «Se un ministro che sta monopolizzando l'iniziativa di governo si permette il lusso di una conferenza stmapa da una sede di partito e traduce tutto in propaganda, come ieri con quell'hashtag delirante (chiudiamo i porti, ndr), vuol dire che siamo fuori da una gestione responsabile».

Il gesto nobile della Spagna e il silenzio del M5s
Il segretario reggente del Pd ha aggiunto: «Quello della Spagna è un gesto nobile, di cui dobbiamo ringraziare, che non risolve il problema italiano: il problema dell'isolamento del nostro Paese. Il dato di fatto è che noi oggi siamo più isolati di ieri». Nella maggioranza c'è un «unico attore in campo», ovvero Matteo Salvini, ed «è incredibile» il «silenzio M5s» e «l'assenza di iniziativa del presidente del Consiglio» se non «per la semplice riproposizione di slogan che in realtà sono tutti completamente monopolizzati dall'unico attore in campo, che è il ministro dell'Interno».

Verducci: «Dalla Spagna lezioni di civiltà»
La Spagna sta dando una «lezione di civiltà» all'Italia. Lo dice il senatore Pd Francesco Verducci. «Il governo spagnolo di Sanchez sta dando una lezione di forza, civiltà e umanità al governo italiano del trio Salvini-Di Maio-Conte. Il governo Lega-5 stelle sta umiliando la reputazione italiana conquistata in questi anni col salvataggio di centinaia di migliaia di vite nel Mediterraneo. Di Maio e Conte si dimostrano succubi e complici di Salvini». Per Verducci «la decisione di chiudere i porti lasciando alla mercè del mare 629 persone, tra cui 123 minori non accompagnati, 11 bambine e 7 donne incinte è una ignominia che passerà, questa sì, alla storia come uno dei punti più bassi del nostro Paese. Non è questa l'Italia. E non saranno questi metodi a farci contare di più in Europa, anzi così facendo Salvini, Di Maio e Conte mettono l'Italia in una posizione debole e isolata di fronte all'Unione Europa e al Mondo».