6 dicembre 2019
Aggiornato 01:30
Genova

Appicca il fuoco in casa della ex, con lei dentro!

Dopo aver recuperato una tanica di benzina custodita in auto ha rotto i vetri della villetta, appiccato l'incendio e aggredito la quasi ex moglie. I Carabinieri lo hanno arrestato

Sono intervenuti i Carabinieri che hanno fermato e arrestato l'uomo
Sono intervenuti i Carabinieri che hanno fermato e arrestato l'uomo ANSA

GENOVA - Ieri un uomo di 61 anni ha appiccato il fuoco nella villetta della sua ex. La donna, 53 anni, si è messa in salvo scappando al secondo piano della casa e chiedendo aiuto ai vicini. Il fatto è avvenuto in via Caorsi, a Sori. I Carabinieri e dei Vigili del fuoco sono accorsi tempestivamente nella casa e spento le fiamme.

IN OSPEDALE - I due hanno riportato, solo una lieve intossicazione da fumo lui, la donna oltre all'intossicazione ha subito ferite da percosse. Sono stati trasferiti in codice giallo in due ospedali diversi di Genova: lui al Galliera, lei al San Martino.

GRAVI ACCUSE - L'uomo, noto alle forze dell'ordine, separato di fatto dalla donna, era senza fissa dimora. Rischia l'arresto con l'accusa di tentato omicidio, lesioni gravi e anche per l'incendio doloso, appiccato con la benzina. Il timore più grande è che possa tentare ancora di fare del male alla donna. Le indagini sull'incendio, che mancano ancora di molti dettagli, sono svolte dai Carabinieri della stazione di Sori e della compagnia di Santa Margherita.

INDAGINI IN CORSO - Sembra che, trovatosi la porta di casa della ex chiusa, sia scattato: è tornato verso l'auto e ha preso dal sedile una tanica di benzina, dopo aver infranto le finestre del piano terra della villetta ha versato tutto il contenuto nell'abitazione e ha incendiato il liquido. La donna per mettersi in salvo è scappata al piano di sopra e l'ex, furioso, l'ha seguita e aggredita violentemente. Fortunatamente il fumo, salito dall'incendio al piano di sotto, ha iniziato a stordire entrambi e lei è riuscita a sfuggirgli. Poco dopo sono sopraggiunti i Carabinieri.