Italia | Consultazioni

Tajani: «Berlusconi è il leader del centrodestra»

Il Presidente del Parlamento europeo: «Salvini è il candidato Premier ma il Cavaliere è l'unico che può aggregare. Europa preoccupata di un Governo non affidabile»

Silvio Berlusconi e Antonio Tajani
Silvio Berlusconi e Antonio Tajani (ANSA)

ROMA - «Se si tornasse a votare Berlusconi, se gli sarà permesso, si ricandiderebbe. Perché è il leader di Forza Italia ma secondo me è anche il leader di centrodestra, perché è l'unico in grado di aggregare al di là di un successo elettorale». Così Antonio Tajani, presidente del Parlamento europeo a Radio anch'io (Rai Radio1).
«Non ho nulla contro Salvini, è il nostro candidato premier e noi - ha sottolineato Tajani - i patti li rispettiamo. Ma da qui a dire che la leadership del centrodestra è cambiata. Io ho qualche dubbio. La leadership non è soltanto una questione di voti ad un'elezione. È questione di prospettive. La stima è una cosa, la leadership un'altra».

Europa preoccupata di governo non affidabile
«In Europa sono preoccupati di un Governo che non sia affidabile e capace di affrontare i problemi dell'Italia che sono anche quelli dell'Europa».
«Occorre insistere sul rispetto della volontà dei cittadini», ha aggiunto. Il centrodestra «è qualcosa che non può essere diviso perché a qualcuno interessa andare a Palazzo Chigi. Andare al Governo significa servire i cittadini e non sedersi su una poltrona e dire 'sono arrivato primo'», ha concluso.

Mi auguro che non si torni al voto
«Mi auguro che non si torni al voto ma non credo che Cinque stelle e Pd siano compatibili, né in base ai programmi né alle identità, soprattutto dopo aver combattuto per anni».
«Ciò non esclude altre possibilità: il popolo italiano ha votato per il centrodestra - ha continuato - in Spagna il governo non ha la maggioranza in Parlamento ma trova consenso volta per volta su singole decisioni. È in gioco il programma della coalizione: confido nella capacità di Mattarella di sciogliere i nodi».