22 settembre 2018
Aggiornato 17:00

M5S, e ora Grillo teorizza la politica senza destra e sinistra e l'economia senza Pil

"Il Pil non funziona, guardare oltre", dice Grillo
Beppe Grillo
Beppe Grillo (ANSA / CIRO FUSCO)

ROMA - «Io voglio andare verso quell'orizzonte lì. Voglio capire se c'è un altro modo di pensare il mondo che non delle piccole ridicole ideuzze di contrasto, destra, sinistra o centro. Allora è finita la storia, come diceva quel giapponese, è tutto finito». Lo scrive Beppe Grillo in un post sul suo blog intitolato "Pil contro Pil». «Allora dobbiamo rassegnarci così: che l'1%, 60 famiglie al mondo detengono la ricchezza di 3 miliardi e mezzo di persone. Dobbiamo rassegnarci a questo: a fare parametri con il Pil, prodotto interno lordo? Se togliessimo questo Pil alle argomentazioni degli economisti, professori di cattedra, non saprebbero di che cosa parlare», aggiunge.

Felicità non è ricchezza
«Kuznets, l'inventore del Pil - scrive - ha detto, guardate che non ha senso, non si può dire ricchezza, la felicità, di una nazione in base al reddito nazionale, è assurdo; un individuo è un individuo pieno di sue cose, non è solo la produttività, solo il mercato, quello che produce, un individuo è un insieme di cose, è un esploratore, è un creativo, è uno che può giocare, un individuo a sé, ha qualcosa di meraviglioso, che non ridotto a qualcosa che deve produrre nel Pil. E lo stesso Kuznets disse che il Pil...avete frainteso, non ho mai detto queste cose su questa cosa che ho creato io, di cui ho preso anche il Nobel. Del Pil non dovrebbero essere conteggiati la pubblicità, lo ha detto lui, la finanza, gli armamenti. Allora bisogna ragionare in un altro modo, l'Isee, l'indice della felicità, ma anche l'indice della felicità, cosa? Te lo immagini una nazione tutti felici, come va? Benissimo! Come va cosa? Il motore è l'incazzamento. Se le donne non si fossero incazzate non ci sarebbe stato neanche il voto per le donne».

«Siamo in questo momento con una grande potenza, di grandi idee innovatrici. Allora - conclude Grillo - è possibile che tutta questa economia, causa che l'1% della popolazione, i 60 uomini più ricchi del mondo abbiano una ricchezza di 3 miliardi e mezzo di individui. E' questo? Ci ha portato a questo? Allora, bisogna ragionare e guardare il mare, cosa c'è oltre, cosa c'è oltre...?»