21 settembre 2018
Aggiornato 02:30

Strade, è emergenza buche: arriva il "piano Marshall"

Le arterie stradali della Capitale dopo le nevicate e i seguenti giorni di pioggia si sono ritrovate come vere e proprie groviere: numerosi i danni a auto e moto. Codacons: "Situazione drammatica"
Lavori in corso per riparare i danni in una strada di Roma
Lavori in corso per riparare i danni in una strada di Roma (ANSA/ALESSANDRO DI MEO)

ROMA - Già lo stato della rete stradale di Roma era disastroso. Ora sono arrivate le ultime piogge condite da un paio di nevicate a renderlo ancor più pericoloso. Proprio per questo il Codacons ha deciso infine di offrire assistenza agli utenti che subiranno danni fisici e materiali a causa delle buche stradali (cadute, rottura pneumatici, danni alle sospensioni, ecc.), attraverso la copertura «Scudo legale». Come al solito, però, non mancano le polemiche politiche.

L'attacco del Pd
"Buche, crateri, voragini, dissesti e fessurazioni - è la polemica della consigliera del PD capitolino Ilaria Piccolo - A Roma siamo allo stato di calamità per incuria stradale. Dopo le toppe e le romanelle ad uso e consumo dei social M5S la situazione delle strade della capitale e' cosi' grave che in diversi casi si e' arrivati alle chiusure. A rischio l'incolumita' di pedoni, automobilisti e motociclisti. Il dissesto stradale che in questi giorni di pioggia si e' andato accentuando sta diventando una vera sciagura materiale ed economica per chi si e' visto costretto a ricorrere a meccanici e gommisti. La praticabilita' della rete viaria della Capitale e' sotto ogni standard di sicurezza. Con l'operazione #stradenuove, la giunta Raggi ha prima ridotto i limiti di velocita' a 30 km orari ed ora direttamente alla chiusura di interi tratti stradali".

Il piano Marshall del Comune
"Un 'piano Marshall' per le strade di competenza dei singoli Municipi. La nostra Amministrazione ha avviato una ricognizione puntuale delle principali criticita' presenti sulle arterie secondarie della Capitale, affinche' il Campidoglio possa sostenere economicamente e materialmente gli stessi Municipi nel limitare i disagi provocati dall'ondata di maltempo degli ultimi giorni». Lo scrive sul suo profilo Facebook Margherita Gatta, assessore ai Lavori pubblici del Campidoglio. "A causa di una totale assenza di manutenzione da parte delle precedenti amministrazioni - ha aggiunto - neve, ghiaccio e piogge hanno messo a dura prova le nostre strade. Per questo la sindaca Virginia Raggi ha scritto a tutti i presidenti di Municipio chiedendo di comunicare, entro domani, l'ammontare dei fondi a loro disposizione per la manutenzione stradale, gli interventi gia' effettuati, quelli programmati e l'elenco dei lavori piu' urgenti. Sulla base di questo dettagliato report si valuteranno eventuali ulteriori stanziamenti di fondi da assegnare alle strutture territoriali». Poi la Gatta ricorda: "Intanto, a seguito dell'allerta meteo della scorsa settimana, e' partita un'attivita' di monitoraggio con cui si stanno affrontando le criticita' sulla viabilita' principale di competenza del Campidoglio, eliminando le buche che rappresentano un rischio immediato per la circolazione. Ricordo che 800 km di strade di grande viabilita' sono di pertinenza del dipartimento Sviluppo infrastrutture e manutenzione urbana (Simu) di Roma Capitale, mentre la manutenzione degli altri 8.000 km di viabilita' secondaria e' a carico dei singoli Municipi, con i quali intendiamo lavorare in completa sinergia".

Codacons: "Situazione strade drammatica, rischi elevati per utenti"
A denunciare lo stato delle strade di Roma è il Codacons: "Già nei giorni scorsi, a seguito della neve e del ghiaccio formatosi sulle strade della capitale, avevamo lanciato l’allarme buche, ma le nostre denunce sono rimaste inascoltate e oggi i cittadini romani fanno i conti con una situazione dell’asfalto disastrosa. Il ghiaccio della settimana scorsa ha ampliato le buche già esistenti e ne ha create di nuove, al punto che la situazione odierna delle strade è drammatica e rappresenta un potenziale pericolo per pedoni, automobilisti e motociclisti - afferma il presidente Carlo Rienzi - Per tale motivo chiediamo al Prefetto di richiedere l’intervento urgente dell’Esercito, allo scopo di presidiare le strade più critiche e utilizzare i militari per chiudere le voragini più grandi e le buche più insidiose, a tutela della pubblica incolumità».


Assistenza agli utenti
Il Codacons ha deciso infine di offrire assistenza agli utenti che subiranno danni fisici e materiali a causa delle buche stradali (cadute, rottura pneumatici, danni alle sospensioni, ecc.), attraverso la copertura «Scudo legale», un servizio del Codacons che copre le spese legali per azioni e difese civili, penali, e controversie di varia natura (per info www.codacons.it). L’associazione mette inoltre a disposizione dei romani visite fisioterapiche gratuite per danni da buche stradali, prenotabili al numero verde 800.582493. «L’unica speranza è che, se il M5S forte dei numeri raccolti alle elezioni dovesse salire al Governo, dia sufficienti finanziamenti alla Raggi per tappare le buche della capitale, così che il sindaco non abbia più alibi e metta fine ad una situazione vergognosa» - conclude Rienzi.