Regionali Sicilia

Lo sfogo di Cancelleri: contro di noi campagna di fango targata Pd

Il Movimento 5 stelle è passato al contrattacco sul caso del giorno, quello di Angelo Parisi, un suo esponente siciliano reo di un tweet nel quale minacciava di "bruciare vivo" Rosato del Pd

Beppe Grillo con Alessandro Di Battista, Luigi Di Maio e il candidato alle Regionali, Giancarlo Cancelleri, durante il comizio M5S a Catania
Beppe Grillo con Alessandro Di Battista, Luigi Di Maio e il candidato alle Regionali, Giancarlo Cancelleri, durante il comizio M5S a Catania (ANSA/ORIETTA SCARDINO)

PALERMO - Il Movimento 5 stelle è passato al contrattacco sul caso del giorno, quello di Angelo Parisi, un suo esponente siciliano reo di un tweet nel quale "minacciava" di "bruciare vivo" il capogruppo del Pd alla Camera, Ettore Rosato, qualora la legge elettorale da lui firmata venisse dichiarata incostituzionale. Dopo diverse dichiarazioni di esponenti di punta, sul blog di Grillo è comparso il candidato M5S alla presidenza della regione Sicilia, Giancarlo Cancelleri che aveva annunciato di aver scelto Parisi come futuro assessore responsabile del ciclo dei rifiuti. "E' incredibile. La notizia del giorno - ha detto Cancelleri in un messaggio video, impaginato e anche trascritto sul blog - è un tweet infelice di Angelo Parisi. Lui l'ha già cancellato e si è anche scusato, perché quando si sbaglia si chiede scusa. Ma la verità è che Angelo Parisi è un ingegnere ambientale dalle grandi competenze. E io gli ho chiesto di farepdp questo: di occuparsi dei problemi dei siciliani, di occuparsi di risolvere i problemi della nostra terra (energia, rifiuti, acqua). E sono certo che lui lo saprà fare. Farà anche un gran lavoro".

"Berlusconi e Dell'Utri indagati, e noi in prima pagina"
"Ma la cosa che mi fa arrabbiare di più è che i media nazionali lo sbattono in prima pagine proprio nel giorno in cui Berlusconi e Dell'Utri vengono indagati per le stragi di mafia del '93 che riguardano proprio la nostra terra. E che il Partito democratico dia seguito a questa grande campagna mediatica di fango nei nostri confronti, quando invece hanno taciuto ogni giorno sugli scandali quotidiani degli impresentabili della lista Musumeci. Musumeci sta candidando corrotti, arrestati, condannati, e nessuno ha detto nulla su questa cosa. Siamo stati noi a tirar fuori i nomi, raccontarli alla commissione antimafia, chiedere l'intervento dell'Osce, a costringere i giornali nazionali a parlarne. Oggi invece sbattono in prima pagina un tweet".

"Liberiamoci dagli impresentabili"
"Ma come è possibile che questa campagna elettorale stia finendo davvero in questo modo? Ancora continui a essere una campagna del fango sulla nostra onorabilità. Ma noi non lo permetteremo. Il 5 novembre i siciliani dovranno liberare le loro mani e andare a votare. E più cittadini andranno a votare e più daremo la possibilità a questa terra di avere finalmente un parlamento di cittadini onesti e un governo di cittadini onesti che potranno rappresentare finalmente tutti gli altri cittadini onesti fuori dal palazzo. Il 5 novembre andate a votare. Liberiamo le nostre mani e liberiamo la nostra terra dagli impresentabili".