Immigrazione

Migranti, Castaldo (M5S): L'Africa è il futuro del pianeta, si investa in cooperazione

Massimo Castaldo, europarlamentare del Movimento 5 Stelle, intervenuto alla conferenza degli ambasciatori Ue, ha parlato di immigrazione e dell'importanza della cooperazione

L'europarlamentare M5s Massimo Castaldo
L'europarlamentare M5s Massimo Castaldo (ANSA/FABIO CAMPANA)

ROMA - «Il panorama africano ed europeo ha subìto mutamenti a livello economico, sociale e politico che possono senz'altro definirsi impetuosi». Così Fabio Massimo Castaldo, europarlamentare del Movimento 5 Stelle, intervenuto alla conferenza degli ambasciatori Ue. E se impetuosi sono stati i cambiamenti - ha proseguito Castaldo - ,non altrettanto si può dire delle nostre risposte. Lo sforzo europeo,secondo l'europarlamentare, si è spesso rivolto unicamente verso soluzioni-tampone per la gestione dei flussi migratori: i fondi canalizzati verso l'Africa sono stati utilizzati per barricare le frontiere, piuttosto che per impostare strategie di lungo periodo riguardanti la crescita e l'occupazione, uniche soluzioni concrete in grado di rimuovere le cause profonde del fenomeno. «Se da un lato - ha evidenziato Castaldo - gli Stati Membri hanno adottato una retorica sempre più aggressiva contro i flussi migratori, dall'altro non hanno mantenuto le promesse, morali e materiali, fatte in sede di preparazione di strategie e strumenti».

Africa il futuro del pianeta
Per tale motivo - ha precisato Castaldo - è necessario avviare una nuova fase e correggere gli errori commessi: e il quinto summit Africa-Ue, che si terrà il prossimo novembre, «può e deve essere l'occasione giusta, a partire dal tema chiave individuato: i giovani. Il trend demografico africano è senza precedenti: ad una natalità che rimane elevata, anche se in lento declino, si accompagnano una riduzione della mortalità infantile e un notevole allungamento dell'aspettativa di vita». «L'Africa rappresenta, inequivocabilmente e letteralmente, - ha evidenziato Castaldo - il futuro del nostro pianeta. Sarà indispensabile, quindi, cooperare con i paesi africani ed assisterli nell'implementare politiche rivolte alla gioventù, al miglioramento dei sistemi di educazione, alla creazione di posti di lavoro sostenibili e al potenziamento e alla valorizzazione del ruolo femminile nella società, mobilitando risorse adeguate all'ampiezza della sfida».

Ruolo Ue
In questo contesto - ha proseguito Castaldo - il ruolo dell'Ue è fondamentale. Le dinamiche esistenti tra i due continenti dimostrano infatti ampiamente che lo sviluppo dell'Africa è, anche e soprattutto, lo specchio delle capacità dell'UE come attore geopolitico. A noi - ha concluso Castaldo - decidere quale immagine vogliamo che rifletta nei prossimi decenni".