20 ottobre 2021
Aggiornato 15:30
omicidi

Morte di Adele: salgono a 4 gli indagati, oggi l'autopsia

Sergio Bernardin e Gabriele Rigotti continuano a rimanere in carcere accusati di aver ceduto ad Adele la dose letale. Oggi sarà eseguita sul corpo della giovane l'autopsia

GENOVA - Salgono a 4 le persone che, in questo momento, sarebbero indagate per la morte di Adele, la 16enne di Chiavari che nella notte tra venerdì e sabato ha perso la vita dopo aver assunto una dose di metanfetamina, insieme a un cocktail letale di alcol e droga.

Quattro indagati per la morte di Adele
Gli investigatori della Squadra Mobile, infatti, sono risaliti all’identità del fornitore dello stupefacente, un italiano minorenne presso la cui abitazione, sita nella provincia di Genova, sono stati sequestrati un bilancino di precisione e denaro contante in un quantitativo sospetto. Sarebbe stato lui a consegnare poi a sua volta la droga a Sergio Bernardin e Gabriele Rigotti, 20 e 19 anni, rispettivamente fidanzato e amico di Adele. Al momento i due giovani continuano a rimanere in carcere, accusati di aver ceduto ad Adele la dose fatale.

Oggi l’autopsia
Cambia, invece, la posizione del 17enne di Busalla: secondo gli investigatori il giovane avrebbe fatto solo da intermediario, mentre lo spaccio sarebbe opera di un 20enne di origini ecuadoriane, anche lui residente a Busalla. Anche lui ora è indagato per morte in conseguenza di spaccio di droga. Intanto oggi sarà eseguita l’autopsia sul corpo di Adele. I risultati potrebbero chiarire ulteriormente la vicenda.