23 gennaio 2021
Aggiornato 15:00
Matrimoni

Lui la lascia sull'altare, ma lei continua i festeggiamenti: «È tutto pagato»

Lui lascia lei sull’altare. Lei scopre che gli abitanti del paese di lui non sapevano niente del matrimonio. La donna piange ma poi ci ripensa e manda avanti i festeggiamenti.

SASSARI - E’ l’incubo di ogni uomo – o donna – essere lasciati sull’altare proprio il giorno più bello della propria vita. E queste cose non accadono, come si pensa, solo nei film. Infatti è successo, nel weekend, a una povera sposa di quarant’anni. Per fortuna la donna ha preso l’accaduto con filosofia e ha deciso di festeggiare comunque con i suoi amici e familiari. D’altronde perché correre a casa a piangere quando la festa è tutta pagata?

Una storia triste a lieto fine
Un bel colpo quello di vedersi abbondare sull’altare. L’uomo pare non avere neppure avuto il coraggio di presentarsi in chiesa. Una storia senz’altro triste che, tuttavia, è finita in festa. Almeno per una giornata. La donna di origini sarde, in accordo con la sua famiglia, ha scelto di continuare comunque i festeggiamenti e il banchetto, tanto «era tutto pagato», si legge nel Corriere della Sera.

La storia d’amore
Il loro era stato un colpo di fulmine. Si erano conosciuti in una discoteca circa un anno prima. La donna, Nadia, era però più grande di lui che era, infine, solo un ragazzino di 24 anni. Forse al ragazzo pesano i sedici anni di differenza o, più probabilmente, era troppo giovane per fare il grande passo. Quello che è certo è che fino a poco tempo prima c’era una grande intesa tra i due: ecco perché avevano scelto di sposarsi abbastanza velocemente rispetto ai tempi classici di una coppia.

Matrimonio e rito religioso
Gianni e Nadia sembravano amarsi molto e volevano vivere insieme, per tutto il resto della loro vita. Scelgono così di organizzare un matrimonio religioso, con spese totalmente pagate dalla famiglia di lei – come tradizione vuole. In tutta questa storia Gianni si è sempre dimostrato convinto e pare non aver mai manifestato alcuna perplessità.

Qualcosa di strano accade
Il ragazzo, probabilmente troppo giovane per ragionare con la sua testa, ha scelto all’ultimo momento di non sposarsi. Non lo comunica subito alla povera donna ma lo fa con i suoi amici e parenti – forse proprio le stesse persone che lo hanno istigato a rimanere a casa sua. Quando la donna si trova in chiesa nota quasi subito che si erano presentati solo gli invitati di lei e non quelli della famiglia di Gianni.

Ma c’è ancora una sorpresa
Come se non bastasse, la futura moglie viene a scoprire che Gianni si era barricato nella Caserma dove lavorava, rifiutandosi di uscire. E il bello è che nessuno aveva compreso il suo comportamento perché nel suo paese nessuno aveva mai saputo che Gianni si sarebbe sposato. Una storia che ha dell’incredibile ma che, ahimè, è tristemente reale. Tutti gli invitati – don Luca compreso - cercavano di consolare la povera donna in lacrime che non riusciva a farsene una ragione. Non capiva come tutto ciò fosse possibile visto che Gianni non aveva mai dimostrato alcuna titubanza. Per fortuna, l’idea di un familiare dona un po’ di luce alla buia giornata: «Ormai è accaduto e non si può rimediare. Forse un giorno si scoprirà che era meglio così. Perché rinunciare al ricevimento? E' già tutto pagato». La giornata finisce così in maniera decisamente inaspettata e serena.