21 luglio 2019
Aggiornato 19:30
Domani da Papa Francesco e da Mattarella

Trump a Roma, massima allerta per l'arrivo del Presidente nella Capitale

E' una Roma blindatissima quella che accoglierà oggi il presidente Usa Donald Trump, accompagnato dalla consorte Melania. Massima allerta e misure di sicurezza studiate nei particolari, a maggior ragione dopo quanto accaduto a Manchester

ROMA - Occhi puntati sull'arrivo del presidente Usa Donald Trump e della moglie Melania a Roma, arrivo previsto per il tardo pomeriggio (ore 18.30). L'allerta è massima, soprattutto dopo l'attentato che ieri sera ha colpito Manchester, durante il concerto di Ariana Grande. Il piano di sicurezza è imponente, contenuto in un'ordinanza del questore Guido Marino lunga circa 70 pagine, e prevede quattro itinerari prescelti per ciascuno degli spostamenti di Trump. Il «posto di comando avanzato» deciderà all'ultimo momento quello da utilizzare sulla base delle istruzioni fornite direttamente dal questore. Non solo: per proteggere l'incolumità del Presidente Usa ci saranno «tre cerchi concentrici di sicurezza", supportati da un'intricata rete di telecamere che immortaleranno ogni singolo momento degli spostamenti presidenziali. E ancora: tiratori scelti sui palazzi, una 'green zone' in centro in cui non saranno consentite manifestazioni a rischio, bonifiche e chiusure al traffico.

Linee deviate, blocchi al traffico
Una Roma blinda per la visita di circa 24 ore, con anche deviazioni di bus, tram e altri mezzi di superficie attive dalle 7 di questa mattina, e chiusure al traffico in particolare su viale Gioacchino Rossini, via Bertoloni (da piazza Pitagora a viale Rossini), via Aldrovandi (da via Mangili a viale Rossini), via delle Tre Madonne e via Paisiello (da via Carissimi a viale Rossini).

Forze dell'ordine
A vigilare sul Presidente ci saranno i reparti speciali della polizia, i Nocs, ma anche  altre 30 unità di alta capacità di spostamento che sono già attive da giorni per lavorare agli itinerari e monitorare i siti, in modo da individuare possibili aree a rischio. Quindi, saranno in azione anche 20 nuclei di pronto intervento di polizia e carabinieri, con il compito di individuare e neutralizzare eventuali minacce, anche a medio raggio da parte di gruppi di persone.

Green zone
Gli agenti impiegati sono dunque centinaia. Stabilita anche una «green zone», che comprende gran parte del centro storico, in cui non saranno consentiti cortei o manifestazioni considerati a rischio per la visita. Tutta l'area che va da Circo Massimo al Colosseo fino a Villa Borghese include gli itinerari e i luoghi interessati dalla visita di Stato, che sarà sorvegliata dalle telecamere fatte installare dalla polizia scientifica .Una sarà posizionata in posizione rialzata sul veicolo del 'posto di comando avanzato' per riprendere stabilmente ogni istante del percorso presidenziale.

Antiterrorismo
L'agenda del Presidente Trump prevede che mercoledì mattina sarà dal Papa in Vaticano; quindi, incontrerà il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni. Dopo l'attentato di Manchester, il Viminale ha alzato la guardia. La Questura di Roma ha predisposto un piano sulla base di misure antiterrorismo. Il ministro dell'Interno Marco Minniti ha convocato una riunione straordinaria del Comitato di analisi strategica antiterrorismo per le 15 nella sede del ministero dell'Interno, a cui parteciperanno anche i vertici delle forze di polizia e dei servizi segreti.