20 settembre 2021
Aggiornato 07:00
Il commento presidente della Regione Lombardia

Maroni: La Brexit sarebbe una scossa salutare per l'Europa

Per l'esponente della Lega Nord, non ci sarebbe un esito particolarmente negativo se la Gran Bretagna uscisse dall'Europa. Anzi si tratterebbe di un passo positivo, «perché costringerebbe a rivedere regole che non funzionano»

MILANO - «La Gran Bretagna oggi non ha l'euro e non fa parte di Schengen, cioè, su due temi molto importanti, come la moneta unica e la libera circolazione, è già fuori dalla Ue, quindi, non vedo un esito drammatico se gli inglesi dovessero votare sì alla Brexit. E per l'Unione europea sarebbe una scossa salutare, perche' costringerebbe a rivedere delle regole che non funzionano». Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, conversando con i cronisti a margine di una conferenza stampa, circa l'ipotesi di un possibile successo del "sì" al referendum che si terrà in Gran Bretagna il prossimo 23 giugno.

Falla nel sistema di intelligence
In merito all'omicidio della deputata laburista anti-Brexit Jo Cox, Maroni ha spiegato che «si tratta di un gesto di un folle assolutamente ingiustificabile. Ho letto che la parlamentare inglese aveva già sporto denuncia perché oggetto di minacce: le forze dell'ordine devono seguire con più attenzione queste cose e prevenire, non è possibile che nel 2016 possano succedere fatti del genere». Secondo Maroni, «E' evidente che nel sistema di intelligence è mancato qualche cosa».

La «bella politca» non è violenza
Il presidente della Regione Lombardia ha quindi sottolineato che «tragedie di questo tipo, non devono deprimere la passione delle campagne elettorali. La 'bella politica' è passione, bisogna prevenire ogni atto di violenza che può inquinare un momento democratico come le campagne elettorali».