30 settembre 2020
Aggiornato 02:00
un nuovo scandalo nella capitale

Pedofilia a Roma, minorenni benestanti si prostituivano in cambio di felpe e regali

Stavolta non sono le ragazzine dei Parioli. Sono i ragazzini, tutti maschi tra i 14 e i 16 anni, di Roma Nord: Ponte Milvio, Fleming, Cassia e Flaminia

ROMA - Un brutto affare, quello coinvolge diverse zone e quartieri di Roma Nord: Ponte Milvio, Collina Fleming, Cassia, Flaminia. Qui un noto pr della Capitale faceva prostituire diversi ragazzini tra i 14 e i 16 anni in cambio di regali. Tutti i minorenni erano nati e cresciuti nella "Roma bene".

Le vittime sono tutti maschi minorenni
Stavolta non sono le ragazzine dei Parioli. Sono i ragazzini, tutti maschi tra i 14 e i 16 anni, di Roma Nord. Si prostituivano in cambio di felpe e scarpe da ginnastica alla moda, biglietti per gli Internazionali di Tennis al Foro Italico, inviti speciali per le feste più glamour della città. E poi venivano ricattati per far sì che non parlassero. Un nuovo scandalo "pedofilia" ha colpito la Capitale.

Li ricattava con i filmati sul cellulare
Tutti i minorenni coinvolti sono nati e cresciuti tra Ponte Milvio, Collina Fleming, Cassia, Flaminia: la "Roma bene». Sono finiti nel giro di prostituzione di un noto pr della Capitale con il vizio degli adolescenti. L'uomo li riceveva nelle case che aveva a disposizione, le sue o quelle di amici, nel pomeriggio: quando i ragazzini uscivano da scuola e potevano raccontare di recarsi a studiare dagli amici senza insospettire i genitori. Dopo il primo incontro, i minorenni erano sotto ricatto, perché venivano minacciarli con i video che l'uomo aveva girato durante i rapporti sessuali.