20 gennaio 2020
Aggiornato 00:30
Il candidato punta alla trasparenza

Comunali, Giachetti avvia la raccolta firme per le primarie

«Farò tutta la mia campagna per strada», spiega il candidato alle primarie del Pd, che aggiunge che non ci saranno cene elettorali, ma chiunque volesse può contribuire, nel massimo della trasparenza, con delle donazioni di massimo 100 euro sul sito web

ROMA - E' partita questa mattina la raccolta firme per sostenere la candidatura di Roberto Giachetti alle primarie del centrosinistra con cui verrà scelto il candidato sindaco di Roma.

Le firme per strada
«Raccoglieremo le firme per la candidatura per strada e tutta la campagna per le primarie sarà fatta per strada, il modo più adatto per raccogliere le idee, i progetti e i tanti fermenti che ci sono per Roma», ha detto l'esponente Pd, arrivato poco dopo le 12 ad un banchetto allestito dai simpatizzanti a piazza Ippolito Nievo.

Niente cene elettorali
«Tutto si può dire tranne che non siano primarie vere, partecipate - ha detto Giachetti, rispondendo alle domande dei cronisti - e credo che da qui al 10 febbraio spunterà qualche altro nome». «Morassut è una persona per bene - ha poi aggiunto a proposito dell'altro candidato Pd alle primarie -, tutti quelli che partecipano fanno bene alle primarie e alla politica. Noi non faremo cene elettorali - ha poi spiegato il vicepresidente della Camera a proposito della strategia scelta per la raccolta fondi -. Ma sul mio sito web abbiamo inserito la possibilità di contribuire con un importo massimo di 100 euro a testa, in totale trasparenza».

(con fonte Askanews)