19 novembre 2019
Aggiornato 06:30
In corso vertice sulla sicurezza

Renzi: Colpiti al cuore, reagiremo a questa barbarie

Il presidente del Consiglio avverte che sono stati intensificati i controlli su tutto il territorio nazionale: «Hanno colpito l'umanità intera»

ROMA - «Come tutti gli italiani, gli europei e tutti gli esseri umani provo un dolore atroce per quel che è avvenuto questa notte a Parigi». Lo ha detto il presidente del Consiglio Matteo Renzi, a Palazzo Chigi.

Colpita l'umanità intera
«Non ci sono parole - ha aggiunto - per descrivere l'orrore e vorrei innanzitutto offrire la solidarietà commossa alle famiglie delle vittime, l'abbraccio degli italiani alle sorelle e ai fratelli francesi, la nostra amicizia al governo della repubblica francese e al presidente Francois Hollande. Hanno colpito la Francia - ha detto ancora Renzi - ma colpendo la Francia hanno colpito l'umanità intera. Questo è il momento delle lacrime, delle emozioni e anche di tante domande. Come tutti gli italiani questa mattina anche io vedendo le immagini dei padri che stringono i propri figli allo stadio sto cercando le parole giuste per raccontare ai miei figli che cosa è accaduto. Questa mattina come tutti gli italiani vedendo le immagini dei sopravvissuti del teatro Bataclan ho cercato di domandarmi che cosa stessero mettendo in discussione i terroristi, forse ciò che noi abbiamo di più prezioso: la pace e la libertà oltre alla vita. Stanno attaccando - ha detto il premier - il nostro modo di vivere. Questa mattina come tutti gli italiani ho riscoperto anch'io quanto grande sia il dono dell'Europa che i nostri padri ci hanno lasciato, hanno conosciuto la guerra, per questo hanno costruito la pace. Come tutti gli italiani anch'io so oggi che i terroristi non vinceranno, che la libertà è più forte della barbarie, il coraggio è più forte della paura».

Controlli intensificati
«Non sottovalutiamo niente. Abbiamo intensificato i controlli su tutto il territorio nazionale», ha aggiunto il presidente del Consiglio Matteo Renzi. Renzi questa mattina a Palazzo Chigi ha riunito i vertici dell'intelligence. Adesso è al Viminale per presiedere il comitato per l'ordine e la sicurezza. E' in corso a Palazzo Chigi una riunione tra il presidente del Consiglio Matteo Renzi e i vertici dell'intelligence italiana. E' quanto si apprende da fonti di Palazzo Chigi. Il premier, alle 9.30, è atteso al Viminale per il Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica. «Insieme ai nostri fratelli francesi, contro l'atroce attacco a Parigi e all'Europa», ha scritto su Twitter nella notte Renzi che ha espresso «sgomento» per quanto accaduto e «solidarietà totale» al presidente Francois Hollande e a tutto il popolo francese. Annullati gli impegni di Renzi previsti in serata, dato che è stata cancellata la visita in Italia del presidente iraniano Hassan Rohani. «Come tutti gli italiani so che i terroristi non vincereanno, che la libertà è più forte della barbarie, il coraggio più forte della paura. Noi vinceremo questa battaglia», ha detto ancora Renzi, a Palazzo Chigi.


(con fonte Askanews)