23 febbraio 2020
Aggiornato 21:30
Guardasigilli: Consiglio di Stato ha evidenziato vuoto normativo

Unioni civili, botta-risposta tra Orlando e Lupi

Secondo il Guardiasigilli Andrea Orlando, la corte di Strasburgo ci impone di tutelare i diritti di una parte dei cittadini. Ma Lupi specifica: non si parla di adozioni

ROMA - «Al più presto la legge sulle unioni civili, e personalmente sono favorevole alle adozioni». Così il ministro della Giustizia Andrea Orlando. «La Corte di Strasburgo ci impone di tutelare i diritti di una parte dei cittadini e di farlo in fretta», afferma il Guardasigilli in un'intervista a Repubblica. Bisogna «cercare un ampio consenso è giusto, ma riconoscere le unioni civili è una cosa largamente condivisa». Quanto al Consiglio di Stato, «si è limitato a sottolineare un dato di fatto: un vuoto normativo c'è e va colmato».

Lupi: Strasburgo non parla di adozioni
«Trovo grave che un ministro serio come Andrea Orlando alimenti confusione su una questione delicata come le adozioni per le coppie omosessuali. Sino a prova contraria le leggi in Italia le fa il Parlamento e non le sentenze di una Corte, fosse anche quella di Strasburgo. Altrimenti evitiamoci questa seccatura delle elezioni, della sovranità popolare, della rappresentanza, insomma, della democrazia e affidiamoci direttamente ai giudici». Lo dichiara Maurizio Lupi, presidente dei deputati di Area popolare. «Riconoscere le unioni civili è una cosa, trasferire a loro il diritto all'adozione, che invece è un diritto del bambino, è un'altra - conclude Lupi -. La sentenza della Corte di Strasburgo citata dal ministro Orlando nella sua intervista a Repubblica non parla assolutamente di adozioni. E non pone nessun obbligo in tal senso».

La risposta di Orlando
«Io non ho mai sostenuto che la questione delle adozioni sia la conseguenza della pronuncia della Corte di Strasburgo. Questa è una valutazione che il Parlamento deve fare, perché Strasburgo non supplisce al vuoto normativo. Io ho risposto a una domanda e ho detto la mia opinione, però a Lupi devo dire che la questione non è derubricabile a un'ingerenza di una Corte esterna». Così il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, ha commentato le dichiarazioni del presidente dei deputati di Area popolare, Maurizio Lupi, sulle adozioni per le coppie omosessuali. «Noi siamo volontariamente aderenti alla Carta dei diritti dell'uomo e questo è un tema che non interpella soltanto coloro che hanno ritenuto di introdurre le unioni civili - ha concluso Orlando - ma tutti i parlamentari al di la' delle loro opinioni».

(Con fonte Askanews)