11 luglio 2020
Aggiornato 22:30
Governo | La buona scuola

Renzi: «Per noi la scuola è la priorità»

«Siamo pronti ad ascoltare, migliorare, confrontarci, cambiare. L'unica cosa che non possiamo accettare è fermarci allo status quo. Per noi la scuola è la priorità, la priorità del Paese». E' quanto scrive il premier Matteo Renzi su Facebook.

ROMA (askanews) - «Come avete visto noi siamo persone, che amano confrontarsi e discutere, ma che alla fine portano a casa l'obiettivo. Quindi, se vogliamo abbandonare lo scontro ideologico e confrontarci sul bene comune, su ciò che veramente serve alla scuola, siamo felici di farlo. Siamo pronti ad ascoltare, migliorare, confrontarci, cambiare. L'unica cosa che non possiamo accettare è fermarci allo status quo. Per noi la scuola è la priorità, la priorità del Paese». E' quanto scrive il premier Matteo Renzi su Facebook.

Non è il momento delle polemiche
Le polemiche sulla riforma della scuola continuano e Renzi precisa: «Sono grato per la straordinaria dedizione e professionalità della stragrande maggioranza dei professori. Non è questo il momento di fare polemiche su tanti slogan di questi mesi che la realtà ha dimostrato essere falsi».
«Ci sono più soldi per edilizia scolastica, per il funzionamento degli istituti, per gli insegnanti. Già questa è la più grande novità: sulla scuola si investe e non si taglia», sottolinea il presidente del Consiglio su Facebook.
«Da quest'anno gli insegnanti avranno anche a disposizione un piccolo bonus di 500 euro netti per acquistare libri, biglietti per teatri e concerti, corsi di approfondimento, formazione personale permanente. Niente di stratosferico, no - conclude -. Ma è un piccolo gesto di attenzione ed è la prima volta che accade. Ovviamente c'è ancora molto da fare, a cominciare dai decreti attuativi su cui rinnoviamo l'invito alla partecipazione».

La risorsa dell'Italia sono i suoi studenti
La risorsa più grande dell'Italia sono «non i suoi musei» né le grandi aziende né il «risparmio privato» ma i suoi studenti. E' con queste parole che il premier Matteo Renzi fa gli auguri di inizio anno scolastico ai quasi 9 milioni di studenti italiani.
«La missione della scuola è quella di educare buoni cittadini, donne e uomini curiosi e appassionati. Tutti i nostri sforzi non sono per una scartoffia burocratica o per un progetto architettonico, ma per i progetti di vita dei nostri ragazzi. È a loro che voglio fare un gigantesco in bocca al lupo. La risorsa più grande dell'Italia, ragazzi, siete voi. Non i musei, non le grandi aziende, non il risparmio privato: siete voi. In bocca al lupo. Che sia un anno di curiosità e fascino. Che sia un anno di sfide e di miglioramenti. Che sia un anno di qualità. Tutto il resto viene dopo. Buon anno scolastico a tutti».