20 settembre 2019
Aggiornato 22:00
Parla Gabriella Giammanco, deputata Fi

«Sull'immigrazione Ue in ritardo, il Governo dia la linea»

Il Governo trovi l'autorevolezza e la determinazione necessarie per dettare una politica d'intervento comune tra Ue e comunità internazionale. Questo il pensiero della deputata forzista che chiede al premier di usare «la sua spavalderia in Europa, senza sprecarla per i suoi soliti one man show»

ROMA (askanews) - «Meglio tardi che mai. Finalmente l'Europa si sta accorgendo, con colpevole ritardo, di quanto i flussi migratori siano ormai massicci e difficili da gestire. Peccato però si sia svegliata solo adesso, quando il problema non affligge più solo l'Italia ma colpisce anche altri Paesi dell'Unione». Lo afferma in una nota Gabriella Giammanco, parlamentare di Forza Italia.

Una questione europea
«Ciò rivela una sostanziale miopia di fondo: non aver capito fin da subito che il dramma che si è consumato in questi anni lungo le nostre coste fosse una questione europea, non un problema dell'Italia», continua ancora la parlamentare di Forza Italia. «Per troppo tempo l'Ue ha fatto finta di nulla di fronte all'instabilità politica di alcuni Paesi africani e del Medio Oriente, e ai conseguenti flussi migratori provenienti da queste aree, e ora - aggiunge - ne sta pagando le conseguenze».

Serve una politica di intervento comune
«Mi auguro che il Governo trovi, una volta tanto, l'autorevolezza e la determinazione necessarie per dettare una politica d'intervento comune tra Ue e comunità internazionale. Renzi faccia meno tweet e usi la sua spavalderia in Europa, senza sprecarla per i suoi soliti one man show e polemizzare con Bruxelles solo a distanza», afferma in conclusione la Giammanco.