25 agosto 2019
Aggiornato 08:00
Popolari per l'Italia minaccia di lasciare la maggioranza

Mauro: «L'Italicum è il funerale della democrazia»

Dal mio punto di vista non ha più senso" rimanere nella maggioranza. Lo ha dichiarato il senatore dei Popolari per l'Italia Mario Mauro, durante una manifestazione di protesta contro l'approvazione l'Italicum, celebrando "il funerale della democrazia" davanti a Montecitorio.

Roma (askanews) - «Dal mio punto di vista non ha più senso» rimanere nella maggioranza. Lo ha dichiarato il senatore dei Popolari per l'Italia Mario Mauro, durante una manifestazione di protesta contro l'approvazione l'Italicum, celebrando «il funerale della democrazia» davanti a Montecitorio.

Mauro: Popolari per l'Italia vuole uscire dalla maggioranza
Mauro ha fatto sapere che il suo partito discuterà della fuoriuscita dalla maggioranza e prenderà una decisione, quindi ha spiegato: l'Italicum «stride troppo con la nostra democrazia, si fa confusione tra i tre poteri, un solo partito avrà la maggioranza anche se al ballottaggio andrà a votare il 5% degli italiani e questo partito avrà il potere di nominare i membri della Consulta e del Csm».Quindi il senatore di Pi ha parlato di una «democratura che indica la pericolosità di chi l'ha pensata, Matteo Renzi» e dell'impegno che profonderà nella promozione del referendum abrogativo della nuova legge elettorale. Durante la celebrazione «del funerale della democrazia» il senatore Mauro e altri componenti del suo partito hanno esposto cartelli con la scritta «no Italicum, sì ai referendum", mentre sul nastro dorato di una corona funebre di fiori si leggeva «Costituzione 1947/2015 Renzius dux posuit».