23 febbraio 2020
Aggiornato 21:30
M5s contro il governo su emergenza sbarchi

Di Battista: «Sui migranti solo luoghi comuni, l'ennesimo teatrino di Renzi»

Il deputato M5S Alessandro Di Battista intervenendo in Aula alla Camera dopo le comunicazioni di Matteo Renzi in vista del consiglio europeo di domani, ha attaccato il premier accusandolo di aver «sciorinato un maremoto di luoghi comuni». Quello messo in atto in Aula alla Camera è stato «l'ennesimo teatrino», «se fossero state banche, le avreste già salvate».

ROMA (askanews) - Matteo Renzi ha «sciorinato un maremoto di luoghi comuni». Lo ha detto il deputato M5S Alessandro Di Battista intervenendo in Aula alla Camera dopo le comunicazioni di Matteo Renzi in vista del consiglio europeo di domani. «La fame in Africa - ha osservato il componente del direttorio pentastellato - la portano le multinazionali con le quali lei conduce accordi segreti, le multinazionali delle armi alle quali lei ha chiesto l'elemosina negli Usa».

Tutti responsabili delle guerre in Africa
«Lei - ha proseguito Di Battista - ha parlato di guerra, ma chi la fa? Siete tutti responsabili, Napolitano che l'ha nominata premier più di ogni altro ha sostenuto l'intervento osceno in Libia. Lei vuole fare una lotta senza quartiere agli scafisti che sono in combriccola con la mafia, la stessa che si è mangiata mezzo partito suo a Roma e che ci lucra sugli immigrati». 

Razzismo, xenofobia, sciacallaggio
«In Aula oggi - ha insistito Di Battista - c'è stato l'ennesimo teatrino: vi scontrate su razzismo, xenofobia, sciacallaggio. Per evitare tensioni sociali va approvata una manovra con il reddito di cittadinanza perché razzismo e prvertà sono sempre direttamente proporzionali. E' facile attaccare chi specula ma fino a quanto cresce il numero dei poveri per le vostre misure economiche scellerate aumenterà il razzismo e la xenofobia. Renzi si occupi dei 9 milioni di italiani che soffrono e vedrà che diminuirà anche lo sciacallaggio e il razzismo».

«Renzi vada a casa»
Renzi, ha concluso, «dice sempre le solite balle: la verità è che se gli italiani che si impiccano o gli africani che fuggono, i pensionati che rovistano nella mondezza, gli studenti che lasciano l'Italia non fossero persone ma banche li avreste già salvati. Se ne vada, lasci fare a chi ha l'onestà e il coraggio e non ha alcun delinquente in casa propria».