16 ottobre 2019
Aggiornato 21:00

Lotti: «Paita vai avanti»

Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei Ministri, Luca Lotti, braccio destro del premier-segretario Matteo Renzi, ha confermato ancora oggi la sua presenza domenica prossima all'iniziativa elettorale con la Paita.

Genova (askanews) - La candidata del centrosinistra alla presidenza della Regione Liguria, Raffaella Paita, ha incontrato a Genova il sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei Ministri Luca Lotti, braccio destro del premier-segretario Matteo Renzi. Il quale ha confermato ancora oggi la sua presenza domenica prossima all'iniziativa elettorale con Paita in programma domenica prossima a Sanremo. Paita, da ieri indagata dalla Procura di Genova nell'ambito dell'inchiesta sull'alluvione che lo scorso 9 ottobre devastò il capoluogo ligure, aveva dichiarato di essere a disposizione del partito, sottolineando però di essere certa di aver agito con correttezza.

Lotti: Paita vada avanti
«Per me è giusto che Paita vada avanti».Lo ha detto il sottosegretario Pd al Presidenza del Consiglio Luca Lotti, dopo una riunione di quasi cinque ore a Genova con Raffaella Paita, candidata del centrosinistra alla presidenza della Liguria da ieri indagata dalla Procura per il mancato allarme sull'alluvione che ha determinato l'esondazione del torrente Bisagno.«Ho parlato con Paita - ha spiegato Lotti - l'ho trovata in forma, sta bene. Credo, da semplice iscritto al partito, che faccia bene ad andare avanti. C'è fiducia nella magistratura e poi - ha sottolineato - vedremo. C'è un avviso di garanzia che è a garanzia dell'indagato e quindi credo sia giusto che la candidata vada avanti.»

Vogliamo sconfiggere con lei i nostri avversari
Vogliamo fare campagna elettorale - ha aggiunto il sottosegretario - sconfiggere la destra nelle sette regioni dove facciamo campagna elettorale contro altri candidati e speriamo di riuscire a fare una bella campagna. Non credo - ha concluso Lotti - che questa indagine possa agevolare i nostri avversari. Dobbiamo fare la nostra battaglia, la nostra campagna elettorale voto a voto, palmo a palmo e andare dritti».All'incontro, che si è tenuto in un ristorante del quartiere genovese di Castelletto, hanno partecipato anche i vertici del Pd ligure, tra cui il governatore Claudio Burlando e il segretario regionale Giovanni Lunardon e alcuni imprenditori di aziende genovesi e liguri come Vittorio Malacalza e Aldo Spinelli.