30 marzo 2020
Aggiornato 18:00
Il Pd discute del caso De Gennaro

Serracchiani: De Gennaro? Valuterà secondo coscienza

Il vicesegretario del Pd Debora Serracchiani a Otto e mezzo non parla di dimissioni, per De Gennaro, ma di responsabilità morale. E sottolinea che la posizione di Matteo Orfini non corrisponde a quella ufficiale del Pd. Ma Laura Puppato si schiera con il presidente dem, e annuncia una battaglia per le dimissioni del numero uno di Finmeccanica.

ROMA (askanews) - Il Partito democratico non chiede le dimissioni dell'ex capo della Polizia e oggi presidente di Finmeccanica Gianni De Gennaro in seguito alla condanna arrivata all'Italia per i fatti del G8 di Genova dalla corte di Strasburgo. Ma, nello stesso tempo, ricorda che «la responsabilità morale» per alcuni fatti «prescinde dalle assoluzioni. Non parlo di dimissioni ma se siamo di fronte ad una responsabilità politica se De Gennaro ne deve rispondere lo valuterà in coscienza». Lo ha detto a Otto e mezzo su La7 Debora Serracchiani, vice segretario del Pd facendo evidentemente riferimento anche all'assoluzione avuto dall'ex capo della Polizia nell'ambito del procedimento giudiziario sul G8.

SERRACCHIANI: POSIZIONE DI ORFINI NON E' LA POSIZIONE DEL PD - La posizione espressa oggi da Matteo Orfini, presidente del Pd, che ha sollecitato con forza De Gennaro a dimettersi «è una posizione che ha da tempo e il Partito democratico non ha espresso la sua posizione attraverso di lui», ha detto Serracchiani. Certo, ha aggiunto, «la sentenza ci impone di accelerare l'approvazione delle norme sulla tortura" e "sottolinea come ci siano delle evidenti responsabilità politiche per quei fatti. Quanto alla responsabilità morale - ha rilevato Serracchiani - ognuno deve fare il suo esame di coscienza e la sua valutazione».

PUPPATO: SONO CON ORFINI - "De Gennaro a Finmeccanica? Sarò al fianco di Orfini». Così la senatrice del Pd Laura Puppato ha commentato, in un'intervista a Intelligonews, il tweet del presidente del Pd il giorno dopo la sentenza della Corte europea sui fatti della scuola Diaz durante il G8 di Genova.«Trovo che non solo Orfini abbia completamente ragione - ha continuato Puppato - ma aggiungo che mi troverà al suo fianco in questa battaglia. Con il dovuto rispetto per tutti, mi domando cosa ci faccia De Gennaro in Finmeccanica, dal momento che abbiamo anche altri manager di grande levatura e capacità nel nostro Paese. Non abbiamo bisogno per forza di De Gennaro presidente. Tra l'altro, visto che si tratta del primo gruppo industriale italiano, trovo che sia da considerare anche la questione dell'immagine del Paese all'estero».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal