15 novembre 2019
Aggiornato 21:00
Ex grillini: mai col Pd

Alternativa Libera: «Con Grillo non c'è democrazia interna»

Si è aperta a Firenze la Costituente promossa da parlamentari ed eletti negli enti locali che hanno abbandonato il Movimento 5 stelle. Gli ex grillini sono confluiti in Alternativa libera, Movimento X e Percorso comune. Alternativa Libera, in particolare, è promossa da Walter Rizzetto, deputato friulano, fuoriuscito dal gruppo insieme ad altri nove colleghi.

FIRENZE - «Nel Movimento Cinque Stelle manca la democrazia interna, c'è stata una deriva, anche rappresentata dalla nomina del direttorio, cinque nomi calati dall'alto come l'Italicum». Lo ha detto Tancredi Turco, deputato di Alternativa Libera, a margine della Costituente promossa dai fuoriusciti dal Movimento Cinque Stelle. "Noi vogliamo continuare a essere opposizione intransigente - ha aggiunto Turco - ciò però non vuol dire che un dialogo con le altre forze non ci debba essere, sia con le forze di opposizione, sia di governo. Non si può sempre urlare al complotto".

NASCE ALTERNATIVA LIBERA - Si è aperta a Firenze la Costituente promossa da parlamentari ed eletti negli enti locali che hanno abbandonato il Movimento 5 stelle. Gli ex grillini sono confluiti in Alternativa libera, Movimento X e Percorso comune. Alternativa Libera, in particolare, è promossa da Walter Rizzetto, deputato M5S friulano, fuoriuscito dal gruppo insieme ad altri nove colleghi. Comune a tutti i partecipanti, la contestazione dei metodi ritenuti non democratici all'interno del M5S. Nella mattinata, sono previsti gli interventi di consiglieri comunali e regionali, i temi nazionali invece nel pomeriggio.​

ARTINI: EX GRILLINI A REGIONALI AZZARDO - «Due mesi non sono un tempo congruo per fare un serio percorso politico. Sarebbe un azzardo». Così Massimo Artini, parlamentare fuoriuscito dal Movimento 5 stelle, sulle possibilità che gli 'ex grillini' si presentino alle elezioni regionali, a margine della Costituente in corso a Firenze. E a chi gli chiedeva un giudizio su Matteo Renzi, Artini ha detto: «Nel semestre europeo io non ho visto alcun risultato, ha fatto molto di più il Parlamento di quello che ha fatto il governo, al di là della nomina di Mogherini a cui però devi dare una forza come Paese. Lo stesso vale per la Libia. Al momento ritengo che ci sia ben poco di concreto».

RIZZETTO: MAI COL PD - «Escludiamo assolutamente di entrare nel Pd. Sbaglia ed è completamente fuori strada chi afferma in modo strumentale e mendace il contrario». Lo ha detto il parlamentare di Alternativa Libera Walter Rizzetto, a margine della Costituente dei fuoriusciti dal M5s in corso a Firenze. «Noi siamo una componente, siamo all'opposizione del Governo. C'è grande bisogno di opposizioni perché mi pare ci sia un difetto di democrazia, infatti Renzi è un pigliatutto», assicura Rizzetto. 

ROMANI: M5S INCAPACE DI INCIDERE - «In questi anni dal Movimento è stata praticata solo opposizione dura e solitaria dunque è costantemente finito in un angolo, privo della possibilità di incidere». Lo ha detto l'ex senatore M5S, Maurizio Romani,sempre in occasione della Costituente dei fuoriusciti del movimento a Firenze. «Noi vogliamo andare oltre - ha aggiunto - fare altro, essere altro rispetto a questo. Bisogna lavorare per tornare a ricollegare la democrazia partecipata a quella rappresentativa. Bisogna tornare sul territorio, non per parlare alla pancia della gente per prendere il 20% ma per lavorare su temi veri, reali, le disuguaglianze, la salute, lo studio della risoluzione dei problemi economici del Paese che - ha concluso Romani - di sicuro non può essere l'uscita dall'euro».