22 ottobre 2021
Aggiornato 23:30
Inizia un'altra settimana difficile per il Movimento

Baldassarre (M5S): «A Bibbona Grillo ci ha detto che va tutto bene: gli piace la deriva»

Parla uno dei possibili nuovi espulsi del Movimento 5 Stelle. Il deputato Marco Baldassarre confessa che rispetto al progeto di partenza, M5S ha subito una mutazione importante. Dopo un confronto diretto col leader, Beppe Grillo, Baldassarre afferma che il comico sembra non rendersi conto della situazione «o che per lui va bene la deriva».

ROMA - «Sono giorni particolari da giovedì scorso in poi. Sì, siamo andati a Marina di Bibbona, Grillo ci ha fatto un po' aspettare, abbiamo parlato con lui al telefono e poi siamo entrati. Ci ha detto che nel Movimento va tutto bene così». Lo ha detto, ad Agorà su Rai3, il deputato M5S Marco Baldassarre, anche lui a rischio espulsione in questi giorni. «Voglio dire che il M5S rispetto al progetto iniziale è cambiato. Ma i principi e le speranze, che gli italiani avevano e hanno ancora in noi, rimangono. E' su tutto ciò che noi dobbiamo ancora basarci».

LE CRISI DI GRILLO - Il deputato Baldassarre racconta il meeting con il comico genovese, nella residenza di Marina di Bibbona e tratteggia la poca serenità che regna all'interno del Movimento in questi ultimi giorni, dettata prima dalla 'scomunica' di Artini e Pinna e poi dal clima di sfiducia che dilaga all'interno del M5S. Afferma, infatti, il deputato: «Sono andato a Marina di Bibbona con gli altri - ha raccontato ancora Baldassarre - proprio per avere un confronto diretto con Grillo, per capire cosa sta succedendo e che cosa pensa. Purtroppo dalle sue parole si evince che o non si rende conto della situazione o che per lui va bene la deriva che ha preso il Movimento 5 Stelle». «Tradito da Grillo?.. A questo punto - ha risposto - non so rispondere. Dopo aver parlato con lui è stata una batosta forte. Ci ha detto che non ci fidiamo più di lui ma non è vero: se siamo partiti da Roma per Marina di Bibbona è perchè con lui volevamo ricostruire tutto il percorso che per noi è cambiato».

NUOVE ESPULSIONI IN VISTA - «Può darsi che mercoledì io sia uno dei diciassette che verranno espulsi, visto che hanno mandato via Artini e Pinna con la scusa della rendicontazione. Una scusa falsa, perché hanno rendicontato come abbiamo fatto tutti quanti noi, solo che non lo abbiamo messo sul sito perché abbiamo denunciato alcuni problemi e non ci è stata data nessuna risposta per risolverli», ha affermato il deputato del Movimento 5 Stelle.