4 aprile 2020
Aggiornato 05:00
Cronaca

Marcello Dell'Utri arrestato in Libano

L'ex senatore del Popolo della libertà è stato fermato dai servizi segreti libanesi in un prestigioso hotel della capitale, dopo che le autorità italiane lo aveva dichiarato latitante. Condannato in appello a 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa, è attesa martedì la sentenza definitiva della Cassazione

BEIRUT - Marcello Dell'Utri, latitante dall'8 aprile è stato arrestato a Beirut.

ARRESTATO IN ALBERGO - L'ex senatore del Popolo della libertà è stato fermato dai servizi segreti libanesi in un prestigioso hotel della capitale. Sul capo del co-fondatore con Silvio Berlusconi di Forza Italia pendeva un mandato di cattura internazionale spiccato dopo che la giustizia italiana lo aveva dichiarato latitante a pochi giorni da una sentenza della Cassazione.

CONCORSO ESTERNO A MAFIA - L'ex manager Pubblitalia, dopo il fermo in albergo, è stato trasferito in una caserma della polizia. In Italia intanto il ministero della Giustizia ha avviato la pratica per l'estradizione. Per Dell'Utri, condannato in appello a 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa, è attesa martedì la sentenza della Cassazione. Poche ore prima della cattura aveva fatto sapere tramite una nota inviata al suo avvocato che non si sarebbe sottratto al «risultato processuale». Nella stessa nota l'ex senatore, senza svelare dove si trovasse fisicamente, aveva parlato di condizioni di salute precaria.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal