18 novembre 2019
Aggiornato 03:00

Bonino riceve la Shabalayeva: «Suo ritorno anche grazie al Kazakistan»

La moglie del dissidente kakazo Mukhtar Ablyazov, espulsa con la figlia Alua lo scorso maggio dall'Italia e rientrata oggi a Roma, ha espresso la propria sincera gratitudine per l'impegno coerente che la ministro Bonino e la Farnesina tutta

ROMA - Il ministro degli Esteri Emma Bonino ha ricevuto oggi alla Farnesina - in un'atmosfera di grande cordialità - la signora Alma Shalabayeva accompagnata dai figli Alua, Madina e Aldyiar.

La moglie del dissidente kakazo Mukhtar Ablyazov, espulsa con la figlia Alua lo scorso maggio dall'Italia e rientrata oggi a Roma, ha espresso la propria sincera gratitudine per l'impegno coerente che la ministro Bonino e la Farnesina tutta hanno mantenuto in questi mesi, consentendo ora a lei ed alla piccola Alua di recuperare la libertà di movimento.

«Mi ha fatto piacere poter condividere con la signora Shalabayeva e i suoi figli la gioia di essere di nuovo qui a Roma - ha commentato la ministro in una nota, aggiungendo - All'inizio di giugno sembrava davvero impensabile ottenere questo risultato, ma ci siamo riusciti grazie alla determinata e costante azione del governo e delle forze parlamentari».

Bonino ha spiegato che «la partenza della signora Shalabayeva e di Alua dal Kazakhstan è stata possibile anche grazie alla collaborazione fornita dalle autorità kazake nell'ultima fase della vicenda ».

Shalabayeva: «Non ho ancora deciso se restare in Italia» - Alma Shalabayeva non è ancora sicura se si fermerà in Italia, l'importante è avere lasciato il Kazakistan: «Non so esattamente, perchè non abbiamo ancora deciso quale sarà la nostra ultima destinazione, l'importante è ora essere riuscita a riunire la mia famiglia, l'importante è avere lasciato il Kazakistan con mia figlia Alua», ha dichiarato la moglie del dissidente kakazo Mukhtar Ablyazov, tra poche parole di inglese e un'emozione molto forte in conferenza stampa alla Farnesina, subito dopo il suo rientro a Roma.