17 febbraio 2020
Aggiornato 16:00
Nucleare Iran

Bonino: «Negoziati di Ginevra occasione storica da non sprecare»

Il ministro degli Esteri Bonino ha incontrato il suo omologo iraniano Zarif. La titolare della Farnesina: «Soddisfazione italiana per l'accordo raggiunto con l'Agenzia internazionale per l'energia atomica con un inizio di percorso che rassicuri tutta la comunità internazionale»

ROMA - Il ministro degli Esteri, Emma Bonino, ha detto che i negoziati in corso a Ginevra sul programma nucleare iraniano rappresentino «un'occasione storica da non sprecare».

Intervenendo alla conferenza stampa congiunta alla Farnesina con l'omologo iraniano, Mohammad Javad Zarif, Bonino ha espresso «la soddisfazione italiana per l'accordo raggiunto con l'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea)» lo scorso 11 novembre e ha auspicato che i negoziati che riprenderanno domani a Ginevra tra l'Iran e i paesi del gruppo 5+1 si concludano «con un inizio di accordo che rassicuri tutta la comunità internazionale. Credo sia un'occasione storica».

Bonino poi ha ribadito che l'amicizia del governo italiano verso Israele non può impedire un «dialogo, serio e prudente con altri attori della regione», rispondendo alle dichiarazioni di fonti dell'ambasciata israeliana a Roma secondo cui l'incontro avuto oggi con Zarif sarebbe stato «prematuro».

La titolare della Farnesina ha spiegato: «Per storia politica sono da sempre amica di Israele come il governo di cui faccio parte. Questo non impedisce un dialogo serio e prudente con altri attori della regione. Capisco le legittime preoccupazioni che devono trovare risposta - ha proseguito il ministro - ma le risposte più serie arrivano da un dialogo prudente, senza preclusioni di sorta».