14 giugno 2021
Aggiornato 04:30
Angelus recitato da Castelgandolfo

Papa Benedetto XVI: Dio è il «Pane di Vita»

«Nelle giornate cariche di occupazioni e di problemi, ma anche in quelle di riposo e di distensione, il Signore ci invita a non dimenticare che se è necessario preoccuparci per il pane materiale e ritemprare le forze, ancora più fondamentale è far crescere il rapporto con lui»

ROMA - «Nelle giornate cariche di occupazioni e di problemi, ma anche in quelle di riposo e di distensione, il Signore ci invita a non dimenticare che se è necessario preoccuparci per il pane materiale e ritemprare le forze, ancora più fondamentale è far crescere il rapporto con lui, rafforzare la nostra fede in colui che è il 'pane di vita', che riempie il nostro desiderio di verità e di amore». Lo ha detto Benedetto XVI nel corso dell'Angelus recitato da Castelgandolfo.

Il Papa ha fatto riferimento alla lettura del capitolo sesto del Vangelo di Giovanni. «Gesù - ha detto - vuole aiutare la gente ad andare oltre la soddisfazione immediata delle proprie necessità materiali, pur importanti. Vuole aprire ad un orizzonte dell'esistenza che non è semplicemente quello delle preoccupazioni quotidiane del mangiare, del vestire, della carriera. Gesù parla di un cibo che non perisce, che è importante cercare e accogliere. Egli afferma: 'Datevi da fare non per il cibo che non dura, ma per il cibo che rimane per la vita eterna e che il Figlio dell'Uomo vi darà'».