23 aprile 2024
Aggiornato 12:30
Manifestazione «no Imu day» a Verona

Maroni ad Alfano: Vota contro il decreto sviluppo

L'ex Ministro della Lega: Il Segretario del PDL stacchi la spina al Governo e ricominciamo a parlare. Decreto Sviluppo è con 80 miliardi di balle. I nostri sindaci violeranno il patto di stabilità. Non abbiamo paura delle elezioni anticipate

VERONA - «Alfano dice che è contrario? Bene, voti contro il decreto, stacchi la spina al governo e poi ricominciamo a parlare». Lo ha detto Roberto Maroni, a margine della manifestazione 'no Imu day' promossa dalla Lega Nord a Verona, lanciando un messaggio al segretario del Pdl ed ex alleato, Angelino Algano.

80 miliardi di balle - Se Alfano votasse contro il decreto sviluppo del governo, «la Lega riprenderà a parlare», ha fatto sapere l'ex ministro dell'Interno, tornando a sottolineare che il provvedimento presentato ieri è «un decreto con 80 miliardi di balle».
«L'unica cosa che c'è - ha concluso Maroni - è ancora una volta il completamento della Salerno-Reggio Calabria».

I nostri sindaci violeranno il patto di stabilità - Parte da Verona la protesta dei sindaci leghista contro l'Imu ma anche contro il patto di stabilità. Nel giorno del 'No Imu day' a Verona Roberto Maroni di fronte a circa 800 persone in piazza dei Signori, ribadisce: «E' la protesta di sindaci, cittadini e amministratori contro una tassa ingiusta. La protesta, che si manifesta attraverso azioni concrete - ha aggiunto il triumviro leghista - ma che non finisce oggi con l'Imu. Oggi è un giorno simbolico perché domani si paga la prima rata, ma la protesta continuerà - ha concluso - diverrà più forte in autunno. I nostri sindaci violeranno il patto di stabilità».

Non abbiamo paura delle elezioni anticipate - Il governo Monti è da «licenziare», a cominciare dal ministro Elsa Fornero. «Sono da licenziare a partire da Fornero - ha ribadito l'ex ministro - noi vogliamo licenziare questo governo: non abbiamo paura delle elezioni anticipate, perchè il popolo, la sovranità del popolo, ha sempre ragione».
NeNell'opinione di Maroni l'esecutivo «è abusivo, combina disastri e sta saccheggiando il nord e si occupa solo della Salerno-Reggio Calabria. Questo è un governo che va mandato a casa subito».
Infine, l'esponente leghista ha lanciato un appello «a tutti i parlamentari del nord degli altri partiti perchè - ha concluso - assieme a noi combattano il governo delle balle e del disastro sociale».p>