17 febbraio 2020
Aggiornato 19:00
Città della Scienza, Napoli 27 settembre-28 ottobre

«Bulli e Bulle, né vittime né prepotenti»

Il fenomeno del bullismo nella mostra per ragazzi promossa dal FAI Delegazione di Napoli

NAPOLI - Il bullismo nelle scuole e tra i ragazzi è un problema sempre più urgente, soprattutto in Italia dove – secondo il Rapporto Nazionale sulla Condizione dell'Infanzia e dell'Adolescenza – un bambino su 4 e ben il 20% dei teenager subiscono azioni di bullismo (percosse, furti, scherzi pericolosi, prepotenze etc.). I ragazzi italiani sono considerati i più bulli d’Europa. Nasce da qui la mostra itinerante «Bulli e Bulle, né vittime né prepotenti» promossa da FAI – Fondo Ambiente Italiano - Delegazione di Napoli ed ospitata alla Città della Scienza – spazio Einstein - dal 27 settembre al 28 di ottobre. Patrocinata da Regione Campania, Provincia di Napoli e Comune di Napoli, la mostra è rivolta ai bambini e ragazzi tra gli 8 e i 13 anni, nonché ai loro insegnanti ed educatori. Il percorso espositivo si presenta come un insieme di nove moduli dove bambini e ragazzi, a piccoli gruppi e in modo autonomo, possono «imparare facendo», cimentandosi in giochi di ruolo, problem-solving, attività di simulazione e di cooperazione di gruppo.

Il percorso interattivo si sviluppa attraverso proposte differenziate e richiede coinvolgimento, confronto e discussione tra i ragazzi : in ogni stand figure di animali intrattengono i giovani visitatori, guidandoli a riconoscersi e a confrontarsi attraverso diversi tipi di comportamento. Per i docenti è occasione di captare le diverse peculiarità comportamentali e analizzarne le tecniche di approccio. È un modo per lavorare in modo divertente e stimolante grazie alle dinamiche che si stabiliscono tra i partecipanti del gruppi: attraverso i giochi di ruolo proposti nei vari moduli espositivi, i ragazzi – guidati da tirocinanti della SUN e da personale specializzato della Fondazione Idis - hanno modo di individuare efficacemente chi detiene il potere, chi prevale sugli altri e chi è costretto a subire.
Alla mostra è abbinato un workshop sul cyberbullismo guidato dal Prof. Dario Bacchini della Seconda Università di Napoli che si terrà il 13 ottobre alle ore 11,30, volto all’interazione tra i ragazzi
Ideatrice della mostra «Bulli e Bulle, né vittime né prepotenti» è la cooperativa ABCittà di Milano che, già dal 2000, promuove sul territorio nazionale incontri formativi tra docenti ed allievi con una partecipazione di oltre 90.000 allievi.
Il FAI scuola svolge da molti anni attività a favore dei giovani e questa mostra promossa dalla Delegazione di Napoli rappresenta un’occasione importante di riflessione e crescita per i ragazzi napoletani e campani.

La mostra sarà aperta dal martedì al sabato dalle ore 9 alle ore 17 ed è rivolta ai ragazzi dagli 8 ai 13 anni appartenenti a classi elementari e medie, associazioni sportive, e comunità di minori.

Per la prenotazione alla mostra obbligatoria contattare il call center 081 2420024

La quota di partecipazione individuale è di euro 7,50 (di cui 2 ¤ sono per l’iscrizione al FAI (per gli alunni già iscritti al FAI euro 5,50) e comprende:
ingresso nel Science Centre di Città della Scienza visita guidata alla mostra «Bulli e Bulle»

Il costo è comprensivo di assicurazione e guide.

A conclusione della mostra verrà consegnato ad uno studente o ad una classe un premio «per un elaborato che sia espressione della comprensione della problematica e del rispetto dell'altro»