20 ottobre 2019
Aggiornato 06:00
Emergenza rifiuti in Sicilia

Disordini Amia a Palermo, la Polizia denuncia 20 operai

Parteciparono ai tafferugli del 2 novembre

PALERMO - Denunciati dalla polizia altri venti manifestanti che il 2 novembre scorso hanno partecipato ai disordini avvenuti davanti ai depositi Amia di via Ingham e di via Tasca Lanza a Palermo. I venti operai sono stati identificati a seguito della visione delle immagini video effettuate dal personale scientifica e comparate con le foto presenti nei cartellini fotografici acquisiti dagli agenti della Digos presso l'azienda Amia.

I FATTI - Gli operai risponderanno di manifestazione non autorizzata e interruzione di pubblico servizio. La sera del 2 novembre, nel deposito di Via Ingham, si erano presentati circa cento manifestanti in maniera non preavvisata che di fatto avevano impedito, secondo quanto ricostruito dalla polizia, l'uscita dei mezzi fino a quando l'intervento degli agenti non ha consentito la ripresa regolare del servizio.

Per questo episodio, furono già denunciati quattro dipendenti Amia e un sindacalista, assieme ad altri due dipendenti Amia che si erano rifiutati, già all'inizio del turno, di prendere servizio a causa della manifestazione che si svolgeva all'esterno.