16 dicembre 2019
Aggiornato 14:00
Scuola

Ghizzoni: «Audizioni sconfessano riforma Gelmini»

Così la capogruppo del Pd nella Commissione Cultura della Camera, Manuela Ghizzoni, commenta le audizioni delle associazioni di familiari, docenti, studenti e rappresentanti sindacali che si sono svolte oggi alla Camera

«Dalle audizioni emerge una pressoché unanime sconfessione della riforma Gelmini, a gran voce criticata nel metodo e nel merito: tante le preoccupazioni per il ritorno al maestro unico e alla scuola primaria a 24 ore». Così la capogruppo del Pd nella Commissione Cultura della Camera, Manuela Ghizzoni, commenta le audizioni delle associazioni di familiari, docenti, studenti e rappresentanti sindacali che si sono svolte oggi alla Camera.

«Tutte le associazioni sinora intervenute in commissione - rende noto Ghizzoni - hanno espresso la loro netta contrarietà per il metodo utilizzato dal ministro che non ha consentito un serio e approfondito confronto per rispondere a quelle che sono le vere esigenze educative dei nostri ragazzi e per sostenere il bene del Paese».

«Anche nel merito - prosegue Ghizzoni - davanti alle molte critiche sono stati veramente isolati gli apprezzamenti per il ritorno al maestro unico e per la scuola primaria a 24 ore».

«Non avevamo dubbi - afferma - e ne abbiamo avuto oggi la conferma che una riforma priva di un chiaro progetto educativo sarebbe stata giudicata negativamente dal mondo scolastico. Ci auguriamo adesso che il ministro tenga conto delle critiche che gli sono state mosse e non insista su una riforma che si sta dimostrando in totale dissintonia con le esigenze didattiche degli studenti e con le esigenze sociali delle famiglie».

«Il Pd - conclude - non si risparmierà nella sua opposizione ad un provvedimento volto esclusivamente a fare cassa a discapito della scuola e del futuro dei nostri giovani».