19 luglio 2019
Aggiornato 01:30
Cyber security

Alcuni consigli per essere più sicuri online

Mentre si parla sempre più di censura e controllo online, gli utenti del web si danno da fare e corrono ai ripari

Alcuni consigli per essere più sicuri online
Alcuni consigli per essere più sicuri online Shutterstock

Avrete sicuramente sentito parlare della controversia suscitata dalla nuova direttiva proposta dal parlamento europeo sul copyright, dello scandalo Cambridge Analytica e anche le precedenti rivelazioni di Edward Snowden. Da questi scandali e dai leak di dati degli ultimi anni, sempre più diffusi, si è aperto il dibattito sulla sicurezza e sulla nostra privacy online. Sempre più persone infatti sono preoccupate della gestione dei loro dati online e della loro privacy. Esistono però dei sistemi che aiutano gli utenti del web a nascondersi da occhi indiscreti e a navigare in modo più semplice e sicuro nel mare infinito dei contenuti di internet.

Tunnel sicuri

Se il web è un grande mare in cui navighiamo cercando materiale e condividendo informazioni, esistono per così dire anche pirati e pericoli vari di internet. Proprio per sfuggire a questi possiamo utilizzare dei tunnel virtuali, ovvero dei passaggi ultra sicuri in cui vi potete facilmente connettere per navigare online. Il primo di questi tunnel si chiama SSH, che forma un passaggio virtuale tra il nostro computer o dispositivo mobile e la sorgente del sito web su cui stiamo navigando. In questo modo tutti i dati che verranno trasmessi non verranno intercettati. Per attivarlo basta seguire dei tutorial che si trovano facilmente online.

Un sistema più semplice e immediato è utilizzare una connessione VPN, ovvero un altro tipo di tunnel che vi permette di nascondere e oscurare l’indirizzo IP (ciò che ci identifica al momento della connessione), aumentare la nostra privacy e accedere a contenuti oscurati nel nostro paese d’origine.

Browser protetti

Un altro metodo sicuro per navigare senza incorrere in perdite di dati sensibili è l’utilizzo di un browser sicuro come Tor, con cui potete navigare in modo anonimo e allo stesso tempo crittografare la rete e le nostre ricerche. Saremo così liberi da qualunque tipo di tracciamento e controllo. Proprio per questo Tor è stato ostacolato in molti paesi in cui vige una dittatura e un controllo di internet molto forte.

Consigli utili

Quando dovete registrarvi a dei servizi online leggete bene sia le informative sulla privacy e l’utilizzo dei cookies, sia pensate bene a ciò che volete inserire nei campi di ricerca. A volte i nostri numeri di telefono non sono obbligatori, a volte è meglio tenere una mail solamente per le registrazioni ai siti web e una personale per le comunicazioni. A volte potete semplicemente utilizzare un nickname.

Abbiamo dei diritti online ed è bene conoscerli in un mondo che diventa sempre più digitale.