24 maggio 2019
Aggiornato 01:30
Privacy

Cambridge Analytica, Facebook verso una multa miliardaria negli USA

La multa sarà la più alta mai imposta dalla Ftc a una società tech, ma le due parti non hanno ancora concordato l'ammontare esatto. Facebook ha espresso preoccupazione per la richiesta iniziale dell'agenzia, ha detto una fonte

Cambridge Analytica, Facebook verso una multa miliardaria negli USA
Cambridge Analytica, Facebook verso una multa miliardaria negli USA ( ANSA )

NEW YORK - La Federal Trade Commission americana e Facebook stanno negoziando una multa multimiliardaria per chiudere l'inchiesta dell'agenzia governativa sulla pratiche del colosso dei social media in relazione alla privacy. Lo hanno detto al Washington Post due fonti vicine all'inchiesta. La multa sarà la più alta mai imposta dalla Ftc a una società tech, ma le due parti non hanno ancora concordato l'ammontare esatto. Facebook ha espresso preoccupazione per la richiesta iniziale dell'agenzia, ha detto una fonte. La società ha confermato la trattativa ma non ha commentato oltre, mentre la FTC non ha voluto commentare.

Inchiesta aperta nel 2018

L'inchiesta era stata aperta a marzo 2018 a seguito della notizie stampa del coinvolgimento di Facebook con Cambridge Analytica, una società di consulenza politica che ha ottenuto un indebito accesso ai dati personali di 87 milioni di utenti del social network. La Ftc ha cercato di capire se la condotta di Facebook, insieme a una serie di problemi sulla privacy venuti alla luce negli ultimi mesi, abbia violato un accordo del 2011 tra il gruppo e l'agenzia per migliorare la protezione dei dati degli utenti. Se la trattativa fallisse, la società e l'agenzia dovrebbero darsi battaglia nelle aule dei tribunali.

Il social ad un bivio

Lo scorso anno Facebook ha annunciato che avrebbe fatto ricorso contro una piccola sanzione imposta dalle autorità britanniche per la vicenda Cambridge Analytica. Il colosso dei social sta anche combattendo contro il ricorso presentato dal procuratore general del District of Columbia che sostiene che Facebook ha fuorviato gli utenti sulle sue pratiche di raccolta dei dati. Altre procure, New York, Pennsylvania e California, hanno annunciato di aver aperto inchieste di Facebook.