20 ottobre 2019
Aggiornato 03:00
editoria

Così anche l'edicola diventa digitale (con lo smartphone)

Con Tinaba, i quotidiani delle edicole milanesi potranno essere pagati direttamente con lo smartphone

Così anche l'edicola diventa digitale (con lo smartphone)
Così anche l'edicola diventa digitale (con lo smartphone) ANSA

MILANO - Ammettiamolo, i quotidiani - sia cartacei che online - non stanno attraversando il loro miglior periodo. Benchè la conoscenza rappresenti una parte fondamentale della nostra vita, sono sempre meno le persone che leggono e acquistano giornali. Negli ultimi due anni la diffusione dei quotidiani cartacei è calata circa del 20%, seguita dalle copie digitali che hanno subito più o meno la stessa parabola, con un calo nel 2016 molto più accentuato rispetto al 2015. Nonostante i dati non siano incoraggianti, la tecnologia presenta spesso delle soluzioni. E così, anche la più semplice edicola sotto casa, può sfruttare le opportunità per effettuare un ammodernamento digitale.

E’ il caso delle edicole milanesi che - grazie a un accordo tra Tinaba e SNAG Milano (il Sindacato Provinciale autonomo dei giornalai, ndr.) - possono permettere ai loro clienti di pagare quotidiani e settimanali con un semplice clic sullo smartphone. Entro fine marzo dovrebbero essere già 20 le rivendite di giornali coinvolte in tutta la città. La prima edicola dove è possibile già da oggi pagare quotidiani e riviste con Tinaba è l’Edicola 2.0 presso City Life Shopping District.

L’obiettivo è quello di costruire l’edicola del futuro grazie a strumenti in grado di migliorare la user experience del cliente. Con Tinaba gli edicolanti potranno assicurare ai consumatori una esperienza di acquisto del tutto nuova e personalizzata, offrendo loro la possibilità di pagare il giornale e la rivista tramite smartphone. Tinaba infatti elimina i costi di transazione ed assicura agli esercenti un servizio conveniente anche sui micro pagamenti. Il «portafoglio digitale» dell’acquirente e quello dell’edicolante entreranno in comunicazione in modo immediato e sicuro e con un solo tap sullo smartphone concluderanno il pagamento. Tinaba, pensata con l'obiettivo di mettere in connessione le relazioni umane con le esigenze economiche e le abitudini - di consumo e di risparmio - delle famiglie e dei giovani, rappresenta un nuovo modo di relazionarsi col denaro, agli altri e agli acquisti.

«Gli strumenti digitali stanno trasformando il lavoro, il tempo libero e la nostra user experience all’interno dei negozi: il nostro obiettivo è rendere questo passaggio facile e conveniente per tutti, sia per i clienti che per gli esercenti. L’accordo con SNAG Milano ci permetterà di conoscere le esigenze degli edicolanti e di lavorare con loro per migliorare e implementare i nostri servizi, per avvicinare sempre di più i commercianti alle abitudini di consumo, soprattutto dei giovani. Sarà una collaborazione importante - afferma Nicola Giorgi, Managing Director di Tinaba - che a partire da Milano, città-piattaforma per l’innovazione e la progettazione, potrà essere replicata nel resto d’Italia per portare i pagamenti digitali in tutte le edicole del Paese».

L’accordo tra Tinaba e SNAG Milano sancisce quello che è il primo caso di edicola digitale in Italia, un passo importante che potrebbe contribuire a incrementare la diffusione dei quotidiani attraverso un metodo completamente nuovo. «Consideriamo quello con Tinaba un accordo importante, che consentirà agli edicolanti di avvicinarsi ai sistemi di pagamento digitali, diffondendo questa innovativa app in ogni parte d'Italia grazie alla presenza così capillare delle edicole nel nostro Paese e alla relazione di fiducia che tradizionalmente lega chi rivende i giornali ai propri clienti», conclude Alessandro Rosa, Presidente di SNAG Milano.