16 agosto 2018
Aggiornato 11:37

Al Politecnico di Milano una nuova laurea sulla Cyber Security

Tre quarti delle aziende non sanno difendersi dai cyber attacchi. Cresce la domanda di esperti in cyber security
Al Politecnico di Milano una nuova laurea sulla Cyber Security
Al Politecnico di Milano una nuova laurea sulla Cyber Security (Shutterstock.com)

MILANO - Sarà attivo dal 2019 e avrà l’obiettivo di formare professionisti in cybersecurity, al fine di coprire la sempre più crescente domanda di esperti in sicurezza informatica in arrivo dalle imprese. E’ la nuova laurea magistrale del Politecnico di Milano, un percorso biennale che è naturale conseguenza degli effetti del piano Industria 4.0 e di PMI sempre più digitalizzate. Nuove opportunità e nuovi rischi, soprattutto legati alle emergenti tecnologie, che dovranno essere controllati da professionisti esperti.

Lo sviluppo delle nuove tecnologie in fabbrica avrà l’obiettivo e il risultato di produrre una mole infinita di dati. I dati, lo sappiamo, sono la ricchezza della nuova era digitale. Sfruttandoli a dovere e condividendoli si possono raggiungere altissimi livelli di efficienza interna alle aziende, ma anche verso l’esterno, offrendo servizi sempre migliori e a misura di cliente. Queste informazioni, però, vanno adeguatamente protette per assicurare da un lato la business continuity e, dall’altro, la privacy dell’impresa medesima e dei suoi clienti.

Di fatto - secondo Accenture - tre quarti delle aziende a livello globale è incapace di difendersi dai cyber attacchi. Sebbene negli ultimi anni le aziende abbiano potenziato la propria sicurezza, il loro progresso in questo senso non è andato di pari passo con il grado di sofisticatezza raggiunto da hacker sempre più preparati e aggressivi in un momento storico in cui le tecnologie stanno esprimendo al massimo le proprie potenzialità portandoci in una nuova era industriale.

Dopo che lo scorso anno il Politecnico di Milano aveva inserito all’interno della laurea magistrale in ingegneria informatica un indirizzo specifico sul tema con esami ad hoc, per il 2019 l’ateneo ha pensato di sviluppare un corso biennale specifico. Le materie e le competenze che andranno a svilupparsi saranno miste, non essenzialmente ingegneristiche, e spazieranno dalla protezione informatica in senso stretto alla conoscenza delle normative e degli aspetti gestionali dell’azienda. Il responsabile della cybersecurity, infatti, esercita anche un ruolo gestionale, organizzativo, deve conoscere il diritto e le regole sulla privacy.

Se tutto procede secondo i calcoli dell’ateneo, la laurea in cybersecurity dovrebbe essere pronta per l’anno accademico 2019/2020. Oltre all’ampia gamma di corsi già disponibili su Big Data, Blockchain, Manifacturing e altri.