18 agosto 2019
Aggiornato 17:00
app

Che fine ha fatto WhastApp Business? Cosa sappiamo finora

Nuovi aggiornamenti per la versione Business di WhatsApp. Ancora non è chiaro quando l'azienda lancerà il servizio

Che fine ha fatto WhastApp Business? Cosa sappiamo finora
Che fine ha fatto WhastApp Business? Cosa sappiamo finora Shutterstock

MILANO - Malgrado una versione di Whatsapp Business abbia fatto il suo ingresso sul negozio di Google Play lo scorso dicembre (inducendo - peraltro - molte persone ad installarlo), si trattava di una versione falsa, mai ufficializzata dall’azienda acquistata per 19 miliardi di euro da Facebook. La versione dell’app di messaggistica più famosa al mondo finalizzata alle PMI, infatti, è ancora alla versione beta, anche se sembra quasi pronta al lancio ufficiale.

Di WhatsApp Business ve ne avevamo parlato già gli scorsi mesi. Si tratta di una versione aperta alle aziende per dare la possibilità a negozi, esercizi commerciali e brand di entrare in comunicazione istantanea con il miliardo di utenti che ogni giorno sfruttano la piattaforma per scambiarsi messaggi e file di vario formato. Di fatto, la soluzione ‘business’, permetterà alle aziende globali di fornire ai clienti tutte quelle informazioni utili in tempo reale come i tempi di un volo aereo, le conferme di consegna e altri aggiornamenti. Secondo quanto annunciato dall’azienda, l’app dovrebbe essere (almeno inizialmente) gratuita per tutte le PMI.

Le informazioni su WhatsApp Business sono ancora piuttosto lacunose e davvero poco chiare. Ciò che è certo è che, malgrado la funzione non sia ancora uscita sul mercato, una versione beta dell’app è disponibile per il download in una manciata di paesi in tutto il mondo. L’ultimo aggiornamento di cui siamo a conoscenza, e comparso su WhaBetaInfo, introduce una nuova funzionalità chiamata Labels, che rende più facile per le aziende rimanere al passo con gli ordini e i processi, e categorizzare i propri clienti. Le opzioni disponibili sono Prospetto, Nuovo Ordine, Pagamento in sospeso, Pagamento e Completamento Ordine. Tuttavia, gli utenti WhatsApp Business hanno anche la possibilità di creare le proprie etichette personalizzate. L’app, inoltre, avrà un logo leggermente diverso dal normale app WhatsApp, caratterizzato da una B prominente piuttosto che dall' icona del telefono cellulare che siamo abituati a vedere sui nostri smartphone.

Ovviamente i profili delle aziende che decideranno di utilizzare la funzione dovranno essere ufficializzati direttamente da WhatsApp. L’utente potrà constatare questo mediante tre tipi di status: non confermato, confermato o verificato. I conti commerciali che devono ancora essere confermati o verificati avranno una banda grigia con punto interrogativo visualizzato nel loro profilo. E sono i conti commerciali a cui prestare più attenzione, ovviamente. Quando il profilo è stato confermato, invece, apparirà un segno di spunta grigio, mentre l’account verificato sarà contrassegnato con un segno di spunta verde. Ancora non è chiaro cosa comporti effettivamente questa fase di verifica supplementare, né se questo livello superiore sarà riservato ai conti aziendali che stanno pagando, magari, una tassa per utilizzare gli strumenti di WhatsApp.

Sono mesi, ormai, che il gigante della messaggistica annuncia nuove funzioni della versione Business, paventato - spesso - come un modo per Facebook di monetizzare la sua attività. Nel mese di settembre ha annunciato che ci sarà una app gratuita per le piccole e medie imprese da utilizzare per raggiungere i clienti. Anche se deve ancora confermare quando verrà lanciata. In ogni caso pare ormai assodato che le aziende dovranno comunque pagare per usufruire del servizio.