6 giugno 2020
Aggiornato 15:00
retail

A Smau Milano va in scena il negozio del futuro (dagli scaffali smart ai Big Data)

Un’area esperienziale consentirà di toccare con mano le innovazioni digitali che riguardano la gestione del magazzino, l’allestimento della vetrina, le modalità di pagamento e tanto altro

A Smau Milano va in scena il negozio del futuro (dagli scaffali smart ai Big Data)
A Smau Milano va in scena il negozio del futuro (dagli scaffali smart ai Big Data) Shutterstock

MILANO - Un vero e proprio ‘negozio del futuro’, all’interno del quale toccare con mano una selezione delle tecnologie destinate a cambiare il volto del mondo del retail, dall’utilizzo della realtà aumentata nella gestione del magazzino alle tecnologie IoT per la customer experience nel punto vendita fino alle nuove modalità di pagamento via smartphone. E’ questa una delle novità più succulente di Smau Milano, l’evento dedicato all’innovazione, che andrà in scena nella capitale lombarda dal 24 al 26 ottobre prossimo a Fieramilanocity.

Il negozio del futuro a Smau
La terza edizione dell’Osservatorio Innovazione Digitale nel Retail promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano ha messo in evidenza come l’innovazione digitale non sia solo un traguardo ambito dai big player del settore: fra i piccoli e medi retailer, due su tre la considerano già oggi una priorità. Non solo: fra i piccoli e medi esercenti, due su dieci hanno realizzato un’iniziativa su mobile e altri due su 10 stanno pensando di realizzarla, iniziano inoltre ad essere offerti servizi omnicanale evoluti come il click&collect e il reso in negozio. Risultati che in parte «sfatano» il luogo comune che vuole i piccoli negozi di vicinato come realtà arretrate rispetto alla grande distribuzione: anche gli «esercizi di prossimità» possono essere protagonisti dell’innovazione.

Gli scaffali intelligenti
L’area esperienza di Smau, realizzata in collaborazione con il Comune di Milano – Assessorato alle attività Produttive, sarà l’occasione per presentare come le tecnologie stanno modificando il punto vendita. Saranno quattro le esperienze rappresentate all’interno di Smau. Per migliorare la fruizione da parte del cliente, ecco la possibilità di introdurre degli scaffali intelligenti, che attraverso la tecnologia IoT consentono di fornire, attraverso uno schermo, contenuti video con informazioni aggiuntive e messaggi emozionali sul prodotto che il cliente prende dallo scaffale. Non solo, attraverso il virtual shop, il magazzino diventa di fatto un’estensione dello spazio espositivo perché il cliente può «sfogliare» sui display o sul proprio dispositivo mobile i prodotti presenti. La realizzazione di questa esperienza è affidata a Disignum, un digital hub che progetta soluzioni tecnologiche innovative per imprese che operano in ambito consumer e B2B. L’azienda si rivolge principalmente al mondo del retail e del franchising e a tutte quelle attività che, partendo da un luogo fisico, digitale, uno spazio espositivo o una comunità, vogliano accrescerne le potenzialità di business rendendolo più attrattivo.

Cloud e Big Data
Non mancheranno le soluzioni per migliorare l’utilizzo dello spazio-vetrina: una piattaforma in cloud di big data analytics traccerà anonimamente i dati sui flussi, in modo da offrire informazioni preziose come il tempo medio di sosta davanti alla vetrina e il numero di clienti che decidono di entrare nel negozio. Una tecnologia proposta a cura di Xensify, una startup innovativa partner di Cisco System nata con la mission di accelerare la digitalizzazione del retail fisico con un focus sulle dinamiche di interazione dei brand con i consumatori. Xensify supporta il cliente nell’apertura di nuovi punti vendita, nella realizzazione di nuove strategie in-store e nel monitoraggio delle performance delle stesse con una pluralità di tecnologie: POS, Store Analytics, Digital Signage e Face Recognition.

I mobile payments
L’area esperienziale sarà poi occasione per scoprire come migliorare l’esperienza di acquisto del cliente favorendo i pagamenti, che potranno essere effettuati senza l’uso di contanti e senza transitare attraverso i circuiti delle carte di credito, ma semplicemente attraverso il proprio smartphone. La realizzazione dell’esperienza sarà a cura di Satispay, startup che presenta un nuovo network di pagamento indipendente, semplice e sicuro, utilizzabile attraverso un’applicazione mobile. Grazie alla propria autonomia da banche e circuiti di carte, Satispay abbatte le commissioni tipiche di questo mondo per diventare il primo strumento utilizzabile per i pagamenti di tutti i giorni. Dall’app è infatti possibile effettuare ricariche telefoniche, pagare presso i negozi convenzionati (fisici e online) e scambiare denaro con i propri amici.

Il magazzino
Infine, il magazzino: come migliorare il suo utilizzo e aumentare l’efficacia e la rapidità nell’organizzare e monitorare i prodotti? Scloby propone una soluzione per la digitalizzazione che consente di gestire attraverso un semplice dispositivo mobile le giacenze e di essere allertati quando i prodotti sono in via di esaurimento.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal