economia

Sharing Economy, i fattori chiave per una crescita costante

Una recente ricerca di Matercard ha individuato i fattori chiave di sviluppo e di crescita, analizzando l’ecosistema socio-economico che consente alle persone di condividere beni e servizi

Sharing Economy, i fattori chiave per una crescita costante
Sharing Economy, i fattori chiave per una crescita costante (Shutterstock.com)

ROMA - La risoluzione approvata dal Parlamento di Strasburgo in merito alla sharing economy poche settimane fa parla chiaro: i parlamenti degli Stati membri debbono legiferare a suo favore, evitando di redigere norme nazionali frammentate che altro scopo non hanno se non quello di creare ancora più confusione in una materia ancora carica di insidie, sotto il punto di vista legislativo. Di fatto si tratta di un fenomeno in costante crescita, per un mercato che solo nel 2015 ha generato ricavi per 3,6 miliardi di euro.

I pilastri della Sharing Economy
Se da una parte l’economia collaborativa ha creato contrasti, come nel caso di Uber e di Foodora, dall’altra ha generato nuove opportunità di lavoro. Una recente ricerca di Matercard ne ha individuato i fattori chiave di sviluppo e di crescita, analizzando l’ecosistema socio-economico che consente alle persone di condividere alloggi, mezzi di trasporto, acquisto e vendita di beni di consumo, servizi professionali on-demand e l’affitto di beni. Tre i temi sui quali verteranno i cambiamenti futuri con un impatto sulla sharing economy.

Accesso al valore
Stanno emergendo nuovi sistemi e vie d’accesso che consentono a consumatori e organizzazioni di raggiungere un livello di valore maggiore. Questo accesso sarà guidato dalla tecnologia che attribuisce nuovi valori attraverso la facilitazione degli accessi e la riduzione del loro costo. Alcuni esempi includono: Blockchain, Internet of Things (IoT) e l’Intelligenza Artificiale (AI). Questi, se usati interamente, possono stimolare il passaggio da statico ad attivo: con più oggetti e persone connesse aumenta l’opportunità di condividere e trarre benefici dagli accessi.

Maggiore fiducia e trasparenza
La fiducia rimane l’elemento fondamentale della sharing economy e cresce insieme all’espansione del settore e, man mano che le persone acquistano più sicurezza, nell’utilizzo di prodotti e servizi all’interno della sharing economy. Tuttavia la fiducia si può ottenere realmente solo attraverso miglioramenti nel campo della regolamentazione e della tecnologia. Dal momento che la società si adatta a nuovi modelli di commercio, la regolamentazione dovrà diventare più proattiva, offrendo maggiore tutela ai consumatori, ai fornitori e alle piattaforme. Tutto questo porterà a una rete di sicurezza sociale e supporto ai regolatori nella condivisione di valore.

Esperienza migliorata
Una migliore esperienza utente è fondamentale per la crescita e l’espansione della sharing economy ed è ciò che i leader devono raggiungere per coinvolgere i propri clienti, svilupparla ulteriormente e mantenerne la legittimità. Per fare questo, le piattaforme devono ascoltare i feedback degli utenti, fornire transazioni affidabili, trasferire il controllo dei dati personali all’individuo e, a prescindere dai progressi tecnologici, non perdere mai di vista il ‘tocco’ umano. Guardando al futuro, lo studio mette in evidenza nelle conclusioni che, garantire fiducia e reputazione migliorando l’esperienza e creando un livello di valore maggiore sono aspetti essenziali per la crescita della sharing economy. Mastercard sta lavorando affinchè tutti i prodotti, le soluzioni e i servizi siano digitali tanto quanto le persone che li utilizzano in tutto il mondo, progettando modalità di pagamento innovative convincenti e sicure in tutti i canali e dispositivi, ridefinendo il commercio a livello globale.