24 gennaio 2020
Aggiornato 14:00
Mobilità

Milano è tra le regine della mobilità condivisa in Europa

Biciclette, monopattini elettrici, taxi e molto altro: uno studio analizza i servizi di trasporto condiviso in 30 città europee

Bici condivise
Bici condivise Pixabay

MILANO - Omio, la piattaforma web e app che consente ai suoi utenti di prenotare viaggi in treno, autobus e aereo in tutta Europa, ha condotto uno studio sulla disponibilità di servizi di trasporto condiviso, come taxi, monopattini elettrici, biciclette ed e-scooter, in 30 città europee per mettere in evidenza le pioniere dell’introduzione di nuove ed innovative forme di mobilità condivisa sostenibile.

Milano si classifica al quarto posto per sharing mobility in Europa, dopo Berlino, Vienna e Parigi. Il capoluogo lombardo si conferma al passo con le altre capitali europee ed è leader per quanto riguarda lo e-scooter sharing, con ben tre compagnie che consentono a turisti e cittadini di esplorare la città. Milano è anche tra le prime in classifica per quanto riguarda i monopattini elettrici, mentre l’offerta di bike sharing risulta limitata rispetto alle altre città europee. In vetta alla classifica, Berlino è leader nei servizi di mobilità condivisa: biciclette, e-scooter e monopattini elettrici consentono di muoversi agevolmente nel cuore della capitale tedesca, con una vasta offerta di 15 compagnie che operano nel settore della sharing mobility.

«Mentre le città continuano a crescere e rinnovarsi, è positivo vedere i progressi compiuti con l’introduzione di nuove ed innovative forme di mobilità che aiutano le persone a spostarsi in città in modo più semplice», dice Bertrand Etienne, Direttore Commerciale di Omio. «Per le città più grandi e densamente popolate c’è ancora strada da fare ma, quantomeno, opzioni di trasporto diverse abbondano in molte destinazioni».

Alcuni altri interessanti approfondimenti

  • Per quanto riguarda i monopattini elettrici in condivisione, Milano presenta un’offerta ampia e conveniente rispetto alle altre città europee, con un prezzo medio di 4,20€ per 30 minuti di utilizzo.
  • Secondo i dati raccolti al momento in cui è stata condotta la ricerca, si possono noleggiare biciclette condivise in tutte le città tranne che a Roma, Porto, Edimburgo e Bratislava. Berlino offre il maggior numero di opzioni.
  • I monopattini elettrici non sono disponibili in un terzo delle città, mentre solo a Porto otto diversi servizi di monopattini elettrici stanno cercando di farsi strada nel mercato della mobilità condivisa.
  • Per chi preferisce spostarsi in taxi, il Portogallo è la destinazione migliore: Lisbona e Porto hanno le tariffe più convenienti. Usare invece un taxi a Londra, Ginevra e Zurigo costa otto volte di più.
  • Zurigo ha la rete di taxi più fitta in proporzione alla sua popolazione. Al contrario, Bruges, Venezia e Marsiglia offrono il numero minore di taxi.
  • Il modo più economico per spostarsi è in bicicletta: mezz’ora di bicicletta costa al massimo 1,95 euro a Monaco di Baviera.