6 aprile 2020
Aggiornato 10:30
welfare aziendale

L'impresa che ha detto addio agli orari dei dipendenti e stimola la creatività

Ben 200 dipendenti (il 70% sono donne) allocati principalmente nella sede centrale italiana e qualcuno nelle sedi estere che lavorano senza orari fissi, senza il vincolo del cartellino

L'impresa che ha detto addio agli orari dei dipendenti e stimola la creatività
L'impresa che ha detto addio agli orari dei dipendenti e stimola la creatività Shutterstock

PORDENONE - Se lavori libero, lavori meglio e, soprattutto, molto di più. Lo smart working è, ormai, una modalità di lavoro consolidata. Se ne parla molto, ultimamente, anche se alcune le aziende sono ancora piuttosto restie alla sua applicabilità nella governance aziendale. Si parla di libertà di svolgere il lavoro anche da casa o in qualsiasi altro posto che non sia necessariamente il proprio ufficio. Un caso completamente diverso quello della Graphistudio di Arba, piccolo paese in provincia di Pordenone, un’azienda che produce album per matrimoni e ritratti, raccontata dal quotidiano Repubblica. Un business forse semplice, ma intriso di innovazione, non solo in quanto a uso di tecnologie, ma soprattutto di organizzazione aziendale.

L’azienda senza orari di lavoro
Ben 200 dipendenti (il 70% sono donne) allocati principalmente nella sede centrale italiana e qualcuno nelle sedi estere che lavorano senza orari fissi, senza il vincolo del cartellino, di quell’odioso campanello che suona quando è finita la pausa pranzo. Una vera e propria catena, come la descrive Tullio Tramontina, presidente e fondatore di Graphistudio. E così lui, memore delle sue esperienze da dipendente, quando è giunto il momento di creare la sua società, ci ha visto lungo e ha dato la possibilità al suo personale di autogestirsi.

Niente cartellino
Graphistudio è un servizio di fotografi di tutto il mondo che mandano i loro file e ricevono un libro fotografico da consegnare ai protagonisti degli scatti. Un mix geniale di design ricercato, qualità, manifattura Made in Italy e innovazione. Nell’organizzazione del personale, che si organizza da sè. Sindacati? Completamente inesistenti. Completa flessibilità negli orari e, se necessario, nelle mansioni. Ogni persona è mobile e si sposta in azienda a seconda delle necessità, laddove le skills trasversali assumo quindi un’importanza fondamentale. E, soprattutto, niente cartellino. Ognuno segna le proprie ore e quelle vengono contate e quindi retribuite in un meccanismo di estrema fiducia reciproca. La Silicon Valley è fatta così da sempre e sono questi i modelli su cui si basano gli studi di Tullio, nell’impostazione della sua governance. Che fa felici i suoi dipendenti che, così, lavorano meglio.

Liberta d’iniziativa
La flessibilità e la libertà negli orari di lavoro si tramuta anche in libertà d’iniziativa che, spesso, si trasforma in vera creatività. Il personale si sente libero di inventare, creare e proporre in un meccanismo del tutto orizzontale. Un modello vincente che, seppur non esente da difficoltà, va a innovare i meccanismi verticali e militari che oggi stanno distruggendo molte aziende. E poi ci metti il Made in Italy che, diciamolo, non muore davvero mai.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal