14 novembre 2019
Aggiornato 08:00
potenzialmente abitabili

Nasa, scoperti altri 1.248 esopianeti

Rilevati anche altri 1.327 possibili candidati. Si tratta di pianeti più grandi e massicci, cosiddetti gassosi. Aumentano quindi i pianeti potenzialmente abitabili

MIAMI - La NASA ha annunciato la scoperta di 1.284 nuovi esopianeti da parte del telescopio spaziale "Kepler", raddoppiando in tal modo il numero dei pianeti rilevati fuori dal nostro sistema solare.

Scopri altri 1284 esopianeti
Kepler ha inoltre recensito altri 1.327 possibili candidati al rango di esopianeta, per la cui verifica servirà un'ulteriore analisi dei dati a disposizione: ad oggi gli esopianeti definitivamente accertati sono 3.200, di cui 2.325 scoperti grazie al telescopio spaziale. questo significa che i pianeti potenzialmente abitabili simili alla Terra balzano da 12 a 21.

Come si scoprono gli esopianeti
La scoperta non è semplice dato che deve basarsi su metodi indiretti, come una periodica variazione di luminosità della stella attorno alla quale orbitano gli esopianeti o ad anomalie gravitazionali del sistema in esame; solo raramente la distanza e l'orientamento del sistema stellare permettono di poter rilevare per via ottica il transito di un pianeta attraverso il disco stellare.

I giganti gassosi
In generale sono i pianeti più grandi e massicci - i cosiddetti "giganti gassosi", sul tipo di Giove o Saturno - ad essere più facilmente rilevabili, ma gli astronomi danno la caccia soprattutto ai pianeti rocciosi posti a distanza tale dalla loro stella da permettere di avere potenzialmente delle condizioni ospitali per la vita di tipo terrestre.

(con fonte Afp)