21 settembre 2019
Aggiornato 06:30
Elezioni tedesche

Elezioni Germania, Schulz battuto da Merkel al duello Tv

Martin Schulz ha perso la sua ultima chance per ribaltare l'esito del voto del 24 settembre in Germania

BERLINO - Martin Schulz ha perso la sua ultima chance per ribaltare l'esito del voto del 24 settembre in Germania. Domenica 3 settembre nel primo e ultimo confronto televisivo con Angela Merkel, lo sfidante socialdemocratico ha svolto al meglio la sua parte: ha attaccato ma senza esagerare, come gli suggerivano tutti gli analisti, ma non è riuscito a scalfire neppure minimamente il solido e rassicurante sorriso della Cancelliera, che per tutta l'ora e mezza in diretta tv ha difeso fieramente il suo operato e guardato con fiducia all'avvenire.

L'obiettivo della Merkel
«Credo che con la mia esperienza degli ultimi anni, in cui abbiamo realizzato molte cose - ha detto la cancelliera nel suo appello finale agli elettori - possiamo organizzare questo mondo nuovo perché la Germania sia un paese forte nei prossimi dieci anni»

Più convincente di Schulz
Al potere da 12 anni, la leader cristianodemocratica è stata giudicata più convincente del suo rivale: 55% contro 35% secondo l'inchiesta ARD e 32% contro 29% secondo quella della ZDF. Molto difficile a questo punto poter credere a un sorpasso della Spd, che registra un ritardo di circa 15 punti percentuali sulla Cdu/Csu, quando mancano appena tre settimane al voto.

Economia e immigrazione
Con il suo bilancio economico che fa invidia all'Europa intera, Angela Merkel offre agli avversari pochi punti vulnerabili. Schulz l'ha attaccata sulla politica migratoria, su quella sociale ed economica, sapendo di aver poco da rimproverarle. Anche sulla carta "Turchia", Merkel ha giocato d'anticipo sul suo avversario se Martin Schulz ha evocato la massima fermezza nei confronti di un regime dai tratti sempre più autoritari, Merkel ha annunciato di essere favorevole a uno stop ai negoziati di adesione all'Ue.