29 giugno 2017
Aggiornato 11:00
Con 522 voti a favore, solo 13 contrari

Brexit, via libera del Parlamento a elezioni anticipate l'8 giugno

Un via libera della Camera dei Comuni senza indugi verso nuove elezioni. I deputati britannici hanno dato l'ok alle elezioni anticipate il prossimo 8 giugno con 522 voti a favore e 13 contrari

LONDRA - Un via libera della Camera dei Comuni senza indugi verso nuove elezioni. I deputati britannici hanno dato l'ok alle elezioni anticipate il prossimo 8 giugno con 522 voti a favore e 13 contrari, un maggioranza ben superiore ai 434 voti necessari per approvare la richiesta di voto anticipato avanzata a sorpresa martedì dalla premier Theresa May.

Un mandato
«Chiederò ai cittadini britannici un mandato per completare la Brexit e per renderla un successo, non si torna indietro» ha detto May davanti al parlamento di Westminster accusando i Nazionalisti scozzesi e altri gruppi di voler utilizzare la Camera dei comuni per bloccare l'uscita dalla Ue per i loro interessi. La Camera verrà sciolta il 3 maggio, poi dopo circa un mese il voto.

Una campagna agguerritissima
Le nuove elezioni e la campagna elettorale che si annuncia agguerritissima, aprono una nuova fase politica britannica. La sinistra dopo referendum sulla Brexit è in difficoltà e Jeremy Corbyn, leader del partito laburista britannico, deve fare i conti con un elettorato spaccato, in parte affascinato dalle promesse di uscita dall'Eurozona, in parte desideroso di restare all'interno dell'Europa.