Nello schianto morirono 64 passeggeri e 125 persone nell'edificio

Terrorismo, l'Fbi mostra nuove foto dell'11 settembre al Pentagono

Quasi sedici anni dopo l'Fbi ha diffuso una serie di immagini inedite relative all'attacco contro il quartier generale della Difesa americana

WASHINGTON - Quasi sedici anni dopo i tragici fatti dell'11 settembre 2001, quando alcuni aerei di linea vennero lanciati come bombe da terroristi kamikaze di al-Qaeda contro il World Trade Center di New York e contro il Pentagono a Washington, l'Fbi, la polizia federale americana, ha diffuso una serie di immagini inedite relative proprio all'attacco contro il quartier generale della Difesa americana.

I soccorsi sul lato ovest
Nelle fotografie, disponibili sul sito web dell'Fbi, si vedono i soccorsi all'opera sul lato ovest dell'edificio, dove avevano sede gli uffici del Comando navale, che fu centrato dal volo 777 dell'American Airlines, un Boeing 757 con 64 persone a bordo (compresi i terroristi), dirottato subito dopo il decollo da Washington, con direzione Los Angeles.

Al Pentagono c'erano 18mila persone
Nell'incidente, oltre ai 64 passeggeri dell'aereo morirono anche 125 persone presenti all'interno del Pentagono. Al momento dell'attacco nell'edificio c'erano circa 18mila persone. L'impatto e l'incendio che ne seguì interessarono i 3 anelli della struttura, il più esterno fu distrutto mentre una intera sezione dell'edificio collassò.

Tesi "complottiste" addio?
Le nuove immagini, che mostrano anche alcuni detriti dell'aereo, smontano le tesi "complottiste" secondo cui a schiantarsi contro le mura del Pentagono non fu un aereo bensì un missile o un drone, anche se non è ancora del tutto chiaro come mai siano state "declassificate" e rilasciate soltanto ora.